Elenco delle pàtere e delle formelle pubblicamente visibili a Venezia e nelle isole del suo estuario

0
301
Campo San Lio. Sestiere di Castello

Elenco delle pàtere e delle formelle pubblicamente visibili a Venezia e nell’isole del suo estuario

LE PATERE E LE FORMELLE

SESTIERE DI CASTELLO

  • Salizada Streta, 99. Croce con simboli floreali.
  • Calle Rielo, 164. Due patere con simboli zoomorfici: una patera molto corrosa e una rettangolare con un felide tra ramaglie.
  • Corte Caparozzolo, 201. Una formella con simboli zoomorfici, due pavoni che si abbeverano ad una fontana.
  • Corte del Cristo, 702B. Patera con un uccello.
  • Paludo Sant’Antonio, 895. Patera con  un felide (leone) che azzanna sui lombi un leporide.
  • Rio Terà del Forner, 975. Cinque patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti; una patera con un uccello che becca sui lombi un leporide;  una patera con due uccelli affrontati; una lapide con due grifoni addorsati le teste affronatate con i becchi congiunti; una patera con un uccello con nel becco un pesce; tre piccole patere unite.
  • Seco Marina, 980. Patera con  un grifone sopra un cervide.
  • Fondamenta Sant’Ana, 1132. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un grifone sopra un equino; una patera con sei uccellini in circolo con al centro un rosetta.
  • Calle de le Colone, 1441. Due formelle con simboli zoomorfici: una formella con un uccello sotto una ramaglia; una formella con un canide sotto un albero.
  • Rio Terà Garibaldi, 1778. Patera con il bordo dentellato con  un felide che azzanna un cervide.
  • Corte Coltrera, 1951. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un canide sopra una ramaglia; una patera con un uccello che becca sul capo un canide.
  • Corte Nova, 2052. Patera con il bordo dentellato con  due uccelli addorsati tra un albero.
  • Fondamenta de la Tana, 2101/2103. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una patera con due grifoni addorsati le teste affrontate tra un albero; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti.
  • Corte de la Grana, 2466. Patera con simboli zoomorfici e dei fregi: la patera con due uccelli addorsati le teste affrontate tra un albero.
  • Campo Do Pozzi, 2611. Sei patere e una formella con simboli zoomorfici: una patera con un felide che azzanna ai lombi un canide; una patera “angolare” con due felidi affrontati tra un albero; una patera con un uccello (aquila) ad ali dispiegate sopra due felidi; una patera con due uccelli affrontati tra un albero; una patera con un canide e un uccello sopra un leporide; una patera con due felidi affrontati; una formella con due pavoni che si abbeverano ad una fontana.
  • Salizada Santa Giustina, 2926. Palazzo Contarini dalla porta di ferro. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti; una patera con un felide (leone) che azzanna un uccello; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti.
  • Corte Baffo, 3079. Patera  con un uccello che becca sul capo un leporide.
  • Calle de l’Ogio, 3085. Croce con ramaglie e una mano benedicente all’incrocio dei bracci.
  • Campo de le Gate, 3220. Due patere quadrate con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca sul capo un felide; una patera con due pavoni addorsati.
  • Salizada San Antonin, 3472 sul Rio de la Pietà. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con una rana e una patera con un granchio.
  • Salizada del Pignater, 3586. Patera con il bordo dentellato con  un uccello volante che becca sul capo un canide.
  • Campo Bandiera e Moro o de la Bragora, 3608 Palazzo Gritti Morosini Badoer. Patera con  un pavone ad ali dispiegate sopra un globo.
  • Campo Bandiera e Moro o de la Bragora, 3610. Due patere con motivi zoomorfici: una patera con due leporidi addorsati le teste affrontate le bocche congiunte; una patera con un uccello che becca sul capo un canide.
  • Calle Terazzera, 3614 Palazzetto Bruni, sul Rio de la Pietà. Dieci patere con motivi zoomorfici e antroporfici e rilievi: una patera con due canidi addorsati le teste affrontate le bocche congiunte; una patera con due uccelli con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una patera con un uccello e un canide addorsati che mangiano della frutta da un albero; una patera corrosa con un canide che morde sul capo un equino; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate e i becchi congiunti; una patera con un uccello sopra un leporide; una patera con un centauro che suona un flauto; una patera corrosa con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate che mangiano della frutta da un albero; una patera con un canide e una rosetta.
  • Corte Bollani, 3644. Patera con  due pesci.
  • Corte Bollani e Calle che va sul Rio de la Pietà, 3645/3647. Cinque patere e tre formelle con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli con i colli attorcigliati; una patera con un uccello che becca sul capo un cervide; una patera con un uccello e una ramaglia; una patera con due uccelli con i colli attorcigliati e della frutta nei becchi; una patera con un uccello e un canide addorsati; una formella con due pavoni che si abbeverano da un vaso; una formella con un uccello che becca la coda ad un canide; una formella con un uccello (aquila) sovrastante un canide.
  • Corte de Ca’ Querini, 3688. Due patere entrambe con un uccello e un serpente.
  • Campo Bandiera e Moro o de la Bragora, Chiesa di San Giovanni in Bragora. Croce.
  • Campo Bandiera e Moro o de la Bragora, 3805. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un canide e un pesce tra un albero; una patera con un leone ed uno scudo.
  • Campo Bandiera e Moro o de la Bragora, 3807. Tre patere e una formella: due patere con delle galee; una con un  vascello; una formella con due pesci.
  • Fondamenta Sant’Apollonia, 4306. Una patera con motivi zoomorfici e una Croce: la patera con due uccelli affrontati con in mezzo un albero.
  • Fondamenta Sant’Apollonia, 4309. Due patere con motivi zoomorfici e fitomorfici: una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera quadrata con un albero.
  • Calle de la Corona, 4463 sul Rio San Giovanni Novo. Tre patere con motivi zoomorfici: una patera con due felidi affrontati; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con due uccelli addorsati che mangiano dell’uva da una vite.
  • Calle de la Sacrestia, 4494. Patera con un uccello ed un serpente.
  • Campo San Zaccaria, campanile della Chiesa di San Zaccaria. Croce con al centro dei bracci una mano benedicente.
  • Campo San Zaccaria, 4685. Palazzina Kress. Sette patere con simboli zoomorfici e fitomorfici: una patera bombata con motivi geometrici; una patera bombata con due grifoni addorsati le teste affrontate; una patera bombata con due uccelli affrontati che mangiano della frutta da un albero; una patera bombata con motivi floreali;  una patera con due uccelli sopra un calice; una patera con due uccelli affrontati tra un vaso; una patera con due canidi affrontati tra un vaso.
  • Calle drio al Magazen, 4809. Patera con  due felidi (leoni) sopra un albero.
  • Campo Santa Maria Formosa, 5245. Palazzo Vitturi. Nove patere con motivi zoomorfici e fitomorfici e una croce: una patera corrosa; una patera con un felide che morde sui lombi un leporide; una patera con due grifoni con i colli attorciliati sopra due canidi; una patera con due uccelli addorsati, su un albero (albero della vita), sovrastanti due canidi; un’altra patera con due uccelli addorsati, su un albero, sovrastanti due canidi; una patera molto corrosa con un uccello sopra un canide; una patera molto corrosa con un felide sopra un altro animale; una patera molto corrosa con un felide sopra un altro felide; due croci con motivi floreali.
  • Calle del Cafetier, 5562. Formella traforata con due canidi e ramaglie.
  • Campo San Lio, 5658 e Calle Carminati. Sei patere con simboli zoomorfici e una croce: una patera con due felidi (leone e leonessa) affrontati; una patera con un uccello (aquila) sopra un altro uccello; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate e i becchi congiunti; una patera con un leone; una patera con due canidi addorsati le teste affrontate e le bocche congiunte; una patera con due uccelli sopra un canide; la croce con una mano benedicente all’incrocio dei bracci.
  • Calle del Borgoloco, 6109. Due patere e un formella con simboli zoomorfici: una patera con un canide; una patera con un canide con un fiore in bocca; una formella con due pavoni che mangiano della frutta da un vaso.
  • Ramo del Pestrin, 6140 Palazzo Morosini dal Pestrin. Formella con due pavoni che si abbeverano ad una fontana sovrastanti un leone che azzanna un cervide.
  • Calle Cocco, 6165 sul Rio de Santa Marina. Due patere e una formella con simboli zoomorfici: una patera con un canide avvolto da un serpente; una patera con un canide e un serpente su un albero; una formella con un uccello.
  • Ramo Cappello, 6391 sul Rio de San Giovanni Laterano. Palazzo Cappello. Tre patere e due formelle con simboli zoomorfici: una patera con un uccello (aquila) con le ali dispiegate; una patera con un canide; una patera con un altro canide; una patera con un uccello (aquila) con le ali dispiegate; una formella con due uccelli affrontati che mangiano della frutta da un vaso; una formella con un uccello con le ali dispiegate sopra un albero sovrastante due canidi; una doppia formella con un uccello e un canide; una croce con una mano benedicente all’incrocio dei bracci.
  • Calle del Cafetier, 6644. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli con i colli attorciliati e i becchi congiunti; una patera con un uccello sopra un canide.

SESTIERE DI SAN MARCO

  • Basilica di San Marco. Facciata principale. Primo portale di sinistra: Quattro patere con i simboli degli evangelisti (la Sacra Quadriga, Apocalisse profeta Ezechiele). Due transenne a forma circolare, due a forma retangolare, due formelle con motivi geometrici. Primo portale a destra: due patere con motivi geometrici con lo sfondo ricoperto di tessere di mosaico dorate; quattro patere con motivi geometrici con lo sfondo ricoperto di tessere di mosaico dorate.
  • Basilica di San Marco. Facciata verso la Piazzetta: Cinque transenne con motivi geometrici rotonde; due transenne rettangolari, due transenne a forma di formelle ricoperte di tessere di mosaico dorate.
  • Basilica di San Marco. Facciata verso la Piazzetta dei Leoncini: Dodici patere con simboli zoomorfici e geometrici, cinque formelle con simboli zoomorfici e geometrici: due patere con motivi geometrici con lo sfondo ricoperto di tessere di mosaico dorate; una patera con un grifone che becca sul capo un leporide; una patera con un’aquila che becca sul capo un leporide; una patera con un pavone con le ali dispiegate che ghermisce un serpente; una patera con quattro felidi (leoni) con una testa in comune; una patera con una donna a cavallo che lotta contro un leone; una patera con un uomo in groppa ad un leone che suona un flauto; una patera con un uomo che lotta contro un leone; una patera con un’aquila ad ali dispiegate sopra un globo; patera con intrecci che formano una croce; patera con motivi geometrici; una formella con motivi geometrici con lo sfondo ricoperto di tessere di mosaico dorate; una formella con un’aquila ad ali dispiegate che ghermisce un leporide con lo sfondo ricoperto di tessere di mosaico dorate; una formella con motivi geometrici con lo sfondo ricoperto di tessere di mosaico dorate; una formella con due cervidi sotto degli alberi; una formella con quattro uccelli che si abbeverano ad una fontana.
  • Rio del Cavaletto, 96. Tre patere con simboli zoomorfici.
  • Calesele del Castel Cimesin, 275. Patera con due grifoni affrontati con i becchi congiunti.
  • Calle Larga San Marco, 280. Patera molto corrosa con  due grifoni affrontati sopra una testa.
  • Calle Larga San Marco, 282. Quattro patere con simboli zoomorfici: una patera con due grifoni affrontati sopra una testa; una patera con un grifone che becca sul capo un leporide; una patera con un canide che morde sui lombi un leporide; una patera con un felide (leone) che azzanna sui lombi un canide.
  • Piazzetta dei Leoni, 305. Patera e formella con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate e i becchi congiunti; una formella con due grifoni addorsati con delle arpie tra le zampe sovrastanti due felidi (leoni).
  • Calle Larga San Marco, 419. Ca’ Quartier. Quattro patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello sopra un leporide; una patera con due canidi addorsati le teste affrontate; una patera con due animali addorsati; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti.
  • Calle de le Strazze, 1043. Due patere con simboli antropomorfici e zoomorfici: una patera con due felidi addorsati le teste affrontate; una patera con un’arpia metà donna e metà uccello.
  • Rio Terà de le Colone, 1046. Quattro patere con simboli antropomorfici e zoomorfici: una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate; una patera molto corrosa con un uccello che becca sul capo un leporide; un’altra patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera in marmo con un centauro che porta tra le braccia un pesce.
  • Bocca de Piazza, 1241. Palazzo del Salvadego. Cinque patere con simboli zoomorfici e fitomorfici: una patera con due arpie in groppa a degli equini (cavalli); una patera corrosa con due uccelli addorsati le teste affrontate e i becchi congiunti; una patera bombata con motivi floreali; una patera con due uccelli con i colli attorcigliati una patera con due pavoni affrontati che si abbeverano ad una fontana.
  • Campo San Moisè, 1449, sul Canal Grande. Hotel Bauer Grunwald. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca al capo un leporide; una patera con un felide (leone).
  • Campo San Moisè, 1463 e sul Rio de San Moisè. Otto patere con simboli zoomorfici e mitologici: una patera con due grifoni addorsati le teste affrontate; una patera con un felide (leone) che azzanna un uomo: una patera con un uccello (aquila) con le ali dispiegate che ghermisce un serpente; una patera con due grifoni addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti; una patera con due canidi addorsati; una patera con un uccello sopra un altro uccello; una patera con due uccelli con i colli attorcigliati; una patera con un uccello sopra un altro uccello; una patera con due uccelli con i colli intrecciati.
  • Campo San Moisè, 1468. Quattro patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli con i colli attorcigliati; una patera corrosa con due canidi; una patera con un canide e un felide con i corpi addorsati le teste affrontate; una patera con un grifone sopra un leporide.
  • Ponte de la Verona, 1906. Patera con  un uccello sopra un leporide.
  • Campiello Marinoni o della Fenice, 1937. Tre patere e due formelle con motivi zoomorfici: una patera con un felide sopra un leporide; una patera con un felide (leone) che azzanna un canide; una patera con un angelo con le mani sul petto; una formella molto corrosa; una formella con un uccello che mangia dell’uva.
  • Corte del Tagiapiera, 1948. Patera con  un felide con le zampe da uccello che azzanna un canide.
  • Corte del Tagiapiera, 1957. Patera con due felidi affrontati tra un albero.
  • Calle de la Fenice, 1958. Due formelle molto corrose con motivi zoomorfici: una formella con due felidi con una testa unica sovrastanti due pavoni che si abbeverano ad una fontana; una seconda formella con il soggetto non riconoscibile.
  • Corte San Gaetano, 1979. Una patere e una formella con simboli zoomorfici e una Croce: una patera con due uccelli affrontati con i colli attorcigliati; una formella con due pavoni affrontati con in mezzo una fontana sovrastati altri due uccelli; la croce con motivi floreali.
  • Calle de le Ostreghe, 2438 sul Rio de le Ostreghe. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un canide sopra un uccello;  una patera con un uccello e un canide addorsati con le teste affrontate tra un albero.
  • Fondamenta de la Fenice, 2553. Patera con il bordo dentellato e cinque melagrane.
  • Fondamenta de la Fenice, 2557. Sei patere con simboli zoomorfici: due patere con un uccello che becca sul capo un canide;  due patere con due uccelli addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti; una patera con un uccello che becca sul capo un equino; una patera con un uccello che becca sul capo un altro uccello.
  • Calle del Forno, 2677. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un canide sopra un uccello; una patera con due uccelli.
  • Calle del Dose da Ponte, 2684. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che sopra un canide; una patera con un uccello sopra un leporide; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate.
  • Campo San Stefano, 2774. Campanile. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un cervide e una patera con un uccello che becca sul capo un felide.
  • Calle de le Muneghe, 2984. Sei patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con un canide che morde sui lombi un leporide; una patera con due canidi addorsati le teste affrontate e le bocche congiunte; una patera con due uccelli con i colli attorcigliati una patera con due grifoni addorsati le teste affrontate e i becchi congiunti, una patera con due uccelli affrontati uno dei quali si abbevera ad una fontana.
  • Corte de la Vida, 3024. Otto patere e una formella con bordo dentellato con simboli zoomorfici: una patera corrosa con un uccello; una patera corrosa con una lucertola; una patera con un felide (leone); una patera con un uccello; una patera con un canide; una patera con un felide; una patera con un pesce; una patera rettangolare con due uccelli con i colli incrociati che mangiano dell’uva; una formella con un uccello sopra un canide.
  • Corte de Duca Sforza, 3054. Patera con simboli antropomorfici e una Transenna: la patera con la melusina la sirena a due code; la transenna con due teste e trafori geometrici.
  • Calle de le Carozze, 3220. Due patere e due transenne con simboli zoomorfici: una patera con un felide che azzanna un cervide; una patera con due felidi affrontati con un unica testa; una formella con due pavoni che si dissetano da una fontana; una formela con un uccello sopra un ovino.
  • Ramo Corte Lezze, 3319. Due patere e una formella con simboli zoomorfici: una patera al centro di una finestra con un uccello con nel becco un pesce; una patera con due uccelli con due galli affrontati; la formella con due pavoni che si abbeverano ad una fontana sovrastanti due felidi (leoni).
  • Ramo de Piscina, 3445. Due patere molto corrose con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca il capo di un leporide; una patera con un uccello che becca sul capo un canide.
  • Calle del Pestrin, 3508. Due patera con i bordi dentellati con simboli zoomorfici: una patera rettangolare con due pavoni che si abbeverano ad una fontana; una patera con un felide e con un serpente su un albero.
  • Corte de le Pizzochere, 3509. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello (aquila) con le ali dispiegate; una patera con un canide che morde sul capo un leporide.
  • Campo Sant’Anzolo, 3579. Patera con un felide che azzanna sul collo un canide.
  • Calle dei Frati, 3823 sul Rio de Sant’Anzolo. Croce
  • Corte de l’Albero, 3886. Casa Nardi. Undici patere e cinque formelle con simboli zoomorfici e fitomorfici e una croce: una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate che mangiano della frutta da un albero; due  patere con un uccello che becca una altro uccello;  una patera con un uccello che becca un canide rovesciato; una patera con un canide sopra un uccello; una patera con due uccelli ad una fontana; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate che mangiano dell’uva; una patera quadrata con un uccello che becca sul capo un felide; una patera con un canide sopra un leporide; una patera con una rosetta; una patera con due grifoni affrontati con i becchi congiunti; una patera con due uccelli che si abbeverano ad una fontana; una formella con due canidi che si abbeverano ad una fontana; una formella con un uccellino e il suo nido sopra un albero; una formella con due pavoni che si abbeverano ad una fontana sovrastanti un canide; una formella con un uccello tra delle ramaglie sovrastante un canide; un canide sopra un albero sovrastante a due uccelli; una croce con una mano benedicente all’incrocio dei bracci.
  • Fondamenta Narisi, 3890. Casa Nardi. Tre patere e quattro formelle con simboli zoomorfici: una patera molto corrosa; una patera con un canide sopra una ramaglia; una patera con un uccello sopra un canide; una formella con due uccelli affrontati con i becchi congiunti tra ramaglie sovrastanti due canidi; una formella con un felide tra ramaglie sovrastante un altro felide; una formela con tre uccelli affrontati che mangiano della frutta sovrastanti a due felidi affrontati; una formella molto corrosa con due pavoni affrontati che bevono da una fontana.
  • Calle Benzon, 3927. Ca’ Benzoni. Quattro patere con bordo dentellato con simboli zoomorfici: una patera con un felide che azzanna un uccello; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; un’altra patera con un uccello che becca sul capo un leporide; due uccelli (trampolieri) affrontati con i becchi dentro un vaso.
  • Corte Tron, 3951. Patera con  due uccelli con i colli incrociati e i becchi congiunti.
  • Campo Manin, 4021. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una patera con un uccello (aquila) che becca un canide.
  • Campo Manin, 4027. Formella con  due grifoni affrontati sovrastanti a due uccelli affrontati con le teste addorsate.
  • Campiello de la Chiesa, 4038 Ca’ Magno. Patera con  due uccelli addorsati le teste affrontate e i becchi congiunti.
  • Fondamenta de la Chiesa, 4040. Patera con due arpie affrontate sopra due canidi addorsati con le teste affrontate.
  • Riva del Carbon, 4169. Ca’ Dandolo. Quattro patere con simboli zoomorfici: una patera con un felide (leone) che azzanna un equino;  una patera con quattro felidi con una testa unica; un’altra patera con quattro felidi con una testa unica; una patera con due uccelli con i colli attorcigliati e i becchi congiunti.
  • Campo San Luca, 4267. Quattro patere con simboli zoomorfici e una Transenna: una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate e i becchi congiunti; una patera con un canide che morde ai lombi un leporide; una patera con due uccelli con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una patera con un leporide con i bocca un fiore.
  • Calle de la Vida o de le Locande, 4333. Patera con un uccello in volo.
  • Campo San Luca, 4574. Sette patere e quattro formelle con i bordi dentellati con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca sul capo un canide; una patera con due uccelli con i colli attorcigliati; una patera con un felide che assale un canide; una patera con due equini addorsati le teste affrontate; una patera con un felide sopra un altro felide; una patera con due canidi addorsati le teste affrontate e le code attorcigliate; una patera con due canidi addorsati le teste affrontate tra un albero; una formella con un canide sopra un felide sovrastanti due felidi (leoni) addorsati; una formella con due pavoni addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti sovrastanti due felidi che lottano; una formella con due canidi addorsati le teste affrontate le bocche che si mordono sovrastanti due felidi che lottano; una formella con due pavoni affrontati tra un albero.
  • Campo San Luca, 4590. Patera con  due canidi affrontati tra un albero.
  • Calle del Forno, 4593. Dieci patere e quattro formelle con motivi zoomorfici e fitomorfici: una patera con un canide e un serpente attorcigliato ad un albero; una patera con un uccello con un pesce nel becco; una patera con due canidi addorsati le teste affrontate con le bocche congiunte; una patera con un uccello sopra un leporide; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti; una patera con un felide (leone) che azzanna un cervide; una patera con due canidi addorsati le teste affrontate con le bocche congiunte; una patera con un uccello che becca un leporide; una patera bombata con simboli fitomorfici; una patera bombata con simboli geometrici; una formella con un felide che assale un equino sovrastanti due felidi (leoni); una formella con un serpente sopra un canide; una formella con un serpente attorcigliato ad un albero sovrastante due canidi addorsati; una formella con un serpente attorcigliato ad un uccello sovrastanti un canide.
  • Calle del Teatro o de la Comedia, 4596. Tre patere con motivi zoomorfici e fitomorfici: una patera con un uccello sopra un canide; una patera con un uccello con nel becco un pesce; una patera bombata con simboli geometrici e fitomorfici.
  • Corte del Teatro 4596A. Quattro patere e una formella con motivi zoomorfici: una patera con un felide e un canide che lottano; una patera con un pesce mostruoso; una patera con due pavoni che si abbeverano ad una fontana; una patera con un uccello sotto un albero; una formella con due pavoni che si abbeverano ad una fontana sovrastanti un canide.
  • Calle del Teatro o de la Comedia, 4607. Patera con due uccelli affrontati che mangiano dell’uva.
  • Calle del Gambero, 4691. Patera con un uccello che becca sul capo un leporide.
  • Riva del Carbon 4792. Palazzo Bembo. Fregi.
  • Campo San Salvador, 4800. Patera sorretta da due angeli con due uccellini affrontati su un albero sovrastanti due felidi (leoni).
  • Calle de le Balote, 4869. Patera con due grifoni affrontati con i becchi congiunti sovrastanti una testa.
  • Calle del Fontego dei Tedeschi, 5377. Tre patere con motivi zoomorfici: una patera con un felide che azzanna sui lombi un canide; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate;  una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con la melusina, la sirena a due code, che suona il flauto di Pan.  
  • Calle de la Bissa, 5512. Patera con due grifoni addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti.
  • Corte del Tentor, 5514. Due patere con motivi antropomorfici e zoomorfici: una patera con un centauro che suona un flauto; una patera con due uccelli con i colli attorcigliati e i becchi congiunti.

SESTIERE DI CANNAREGIO

  • Calle del Forno, 177. Patera con  due galli affrontati sopra una tartaruga.
  • Calle Gioachina, 219. Patera con un uccello sopra un altro uccello.
  • Rio Terà Lista de Spagna, 228. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca al collo un leporide; una patera con un canide che si morde la coda.
  • Fondamenta de Ca’ Labia, 330. Patera con un uccello sopra un leporide.
  • Calle de la Misericordia, 374. Patera con un aquila (o pavone)  con le ali dispiegate che artiglia le teste di due leoni.
  • Fondamenta Savorgnan, 508. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con due palmipedi con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una patera con un uccello con nel becco un pesce.
  • Fondamenta San Giobbe, 653. Patera con due uccelli affrontati che si abbeverano ad una fontana.
  • Campiello de la Grana, 719. Doppia formella con simboli zoomorfici, un felide e un serpente tra un vaso e un albero, un felide e un albero.
  • Fondamenta de Cannaregio, 997. Due patere con simboli fitomorfici; un patera bombata con fiori e foglie e con un’ampia cornice; una patera bombata in marmo rosso con due grifoni addorsati che mangiano dell’uva da una vite.
  • Rio Terà San Leonardo, 1511. Casa Basso. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con astici ed aragoste; una patera con storioni ed anguille. Due formelle: una con un bragozzo con le reti e una con una granchio e dell’edera.
  • Fondamenta de Cannaregio, 1257. Quattro patere con simboli zoomorfici e dei fregi: una patera con due uccelli addorsati e con i becchi congiunti; una patera con un uccello che becca sul capo un altro uccello; una patera con due uccelli addorsati e con i becchi congiunti; una patera molto corrosa con due uccelli;  i fregi con fiori e ramaglie.
  • Fondamenta de Cannaregio, 1291. Palazzo Da Pozzo. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un felide che azzanna un canide; una patera con due uccelli addorsati tra un albero.
  • Calle del Canton, 1376. Una Patera con simboli zoomorfici e una transenna; la patera con un aquila  ad ali dispiegate che ghermisce un leporide; transenna con motivi geometrici.
  • Rio Terà San Leonardo, 1511. Casa Basso. Due patere con simboli zoomorfici; una patera con storioni e anguille e l’altra con astici ed aragoste; due formelle, una  con un bragozzo con le reti da pesca, e l’altra con un granchio.
  • Corte Mosto, 1665. Patera con un cervide sovrastato da un grappolo d’uva.
  • Campo San Marcuola, 1760. Palazzo Gatti Casazza. Otto patere con simboli zoomorfici: una patera con un cervide; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti; una patera molto corrosa con due canidi; una patera con un’aquila con le ali dispiegate; una patera molto corrosa con il bordo dentellato con due canidi addorsati le teste affrontate; una patera con il bordo dentellato con un felide (leone) che azzanna un uccello; una patera  con il bordo dentellato con un uccello che becca nel capo un leporide; una patera molto corrosa con due grifoni affrontati.
  • Rio Terà drio la Chiesa, 1777. Cinque patere con simboli zoomorfici: una patera con un felide (leone) che azzanna un canide; un patera con due leoni affrontati; una patera con un uccello sopra un leporide; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; un felide (leone) sopra delle ramaglie.
  • Calle de l’Aseo, 1864 sul Rio de la Misericordia. Cinque patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca sul capo un altro uccello; una patera molto corrosa con un uccello sopra un canide; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate tra un uomo sovrastanti altri due uccelli; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti.
  • Calle de l’Aseo, 1896. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un felide sopra un cervide; l’altra patera molto corrosa.
  • Campiello de l’Anconeta ang. Calle del Pignater, 1917. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con il bordo dentellato con due palmipedi affrontati con i colli attorcigliati; una patera con un uccello sopra delle ramaglie; una patera con il bordo dentellato con un felide che azzanna un canide.
  • Campiello del Ponte Storto, 2017. Patera con con un uccello sopra un canide.
  • Rio Terà de la Madalena, 2106. Due patere e tre formelle con simboli zoomorfici: un patera con un felide sopra delle ramaglie; una patera con lo sfondo parzialmente con mosaico d’oro con un uccello e un canide; formella con due pavoni che si abbeverano ad una fontana.
  • Calle Lezze,2496 sul Rio de la Misericordia. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con due felidi (leoni) affrontati con un’unica testa, intorno la scritta “I PROLE CRC P MUIRA NE SE CO OE SCOMNIO NITO”; una patera con due felidi (leoni) addorsati le teste affrontate.
  • Fondamenta de la Misericordia, 2496. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate e i becchi congiunti; una patera quadrata con un uccello e una croce.
  • Corte Alberagno, 2726. Quattro patere quadrate con bordo a treccia rotondo con simboli zoomorfici, tutte uguali con un uccello che becca sul capo un canide.
  • Calle de la Malvasia, 2787. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca sulla coda un canide; una patera con due pavoni affrontati che abbeverano ad una fontana; una pattera con due uccelli affrontati, uno che vene da una fontana.
  • Calle del Capitelo, 3267 sul Rio de Sant’Alvise. Patera con un pesce con la bocca aperta.
  • Calle dei Mori, 3381. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli affrontati con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una patera con un felide che azzanna al collo un uccello.
  • Calle dei Mori, 3818 sul Rio de la Madona de l’Orto. Palazzo Mastelli. Patera con  un pavone con la ruota dispiegata.
  • Corte Cavallo, 3495. Patera molto corrosa con un uccello che becca un altro uccello.
  • Campo San Felice, 3684. Patera sotto una mensola con tre fanciulli e una Formella con due pavoni che si abbeverano ad una fontana.
  • Campo San Felice, 3686. Tre patere con simboli antropomorfici e zoomorfici: una patera con un centauro che suona un flauto; una patera con un uccello che becca al capo un leporide: una patera con un centauro che si tiene la coda.
  • Calle de la Racheta, 3782. Patera con due uccelli addorsati le teste affrontate e i becchi congiunti.
  • Corte dei Pali già Testori, 3822 sul Rio de San Felice. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate e i becchi congiunti; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate che mangiano della frutta.
  • Calle de Ca’ d’Oro, 3933 Ca’ d’Oro. Dodici patere e cinque formelle con simboli zoomorfici: una patera con il bordo dentellato con un aquila con le ali dispiegate che ghermisce un leporide; una patera con due felidi addorsati con le teste affrontate; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con due grifoni affrontati con i becchi congiunti sopra la testa di un uomo; una patera con due uccelli (trampolieri) affrontati con i becchi dentro un vaso; una patera con un quadrupede (elefante); una patera con due grifoni addorsati le teste affrontate; una patera con un uccello sopra un altro uccello; una patera con un felide che azzanna al collo un uccello; una patera con due grifoni affrontati sopra una testa; una patera con due grifoni affrontati sopra una testa; una patera con due uccelli affrontati sopra del fogliame; una patera molto corrosa con due griconi affrontati; una formella con due uccelli addorsati le teste affrontate sopra un albero e sovrastanti altri due uccelli con i colli attorcigliati una formella con un felide (leone) che azzanna un cervide sovrastanti altri due felidi; formella con due grifoni affrontati sovrastanti due felidi (leoni); formella con degli uccelli, dei canidi e delle ramaglie; formella con degli uccelli, dei canidi e delle ramaglie; formella con quattro uccelli sovrastanti un leone che azzanna un cervide.
  • Strada Nova, 3947. Due patere con i bordi dentellati con simboli zoomorfici e antropomorfici: una patera con un felide (leone) che azzanna un canide sui lombi; una patera con un angelo che regge tra ramaglie uno scudo con un cane.
  • Ramo dei Albanesi, 4038. Due patere con bordo dentellato con simboli zoomorfici: una patera con un uccello; una patera con un uccello e un canide addorsati tra un albero.
  • Calle Zanardi, 4133. Patera con due uccelli addorsati le teste affrontate che mangiano dell’uva.
  • Ruga Do Pozzi, 4161. Patera e formella con simboli zoomorfici: una patera con uccello che becca sul capo un canide; una formella di terracotta con un uccello (aquila) sopra un felide (leone) che azzanna un canide.
  • Ruga Do Pozzi, 4170. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con il bordo di ramaglie con due pavoni addorsati teste affrontate; una patera con un felide che azzanna un canide.
  • Campo Santa Sofia, 4204. Patera con due canidi affrontati teste addorsate tra un albero.
  • Calle del Cristo, 4228. Patera e formella con simboli zoomorfici: patera con un felide (leone) che azzanna al collo un cervide; formella con due pavoni affrontati che mangiano della frutta sovrastanti altri due uccelli.
  • Calle Larga dei Proverbi, 4564. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un canide e un uccello; una patera traforata con un uccello sopra un canide.
  • Calle Larga dei Proverbi, 4587. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello (aquila) con le ali dispiegate che ghermisce due leporidi; una patera con due uccelli e dei canidi tra ramaglie.
  • Ramo Barbaro, 4606. Due patere e una formella con simboli zoomorfici: una patera con un uccello con nel becco un pesce; una pattera con due uccelli affrontati con i colli attorcigliati sopra una testa; una formella con due pavoni affrontati che mangiano dell’uva sopra un atesta e tra ramaglie.
  • Calle del Tagiapiera, 4674. Quattro patere e due formelle con simboli zoomorfici; una patera con il bordo dentellato con un pesce; una patera con il bordo dentellato con un uccello; una patera con un uccello che becca sul capo un canide; una patera nascosta tra cavi; una formella con due pavoni che si abbeverano ad una fontana; una formella con un canide e un uccello affrontati le teste addorsate tra un albero.
  • Rio Terà Barba Frutariol, 4722. Croce
  • Fondamente Nove, 5045. Una patera e una formella con simboli zoomorfici: la patera con un uccello che becca sul capo un cervide; la formella con un pavone con la ruota dispiegata sopra due leporidi.
  • Campiello del Pestrin, 5324. Patera con un uccello che becca sui lombi un canide.
  • Rio Terà dei Biri o del Parsemolo, 5381. Patera con un uccello che becca sul capo un leporide.
  • Rio Terà dei Biri o del Parsemolo, 5386C. Formella con  due pavoni affrontati che si abbeverano ad una fontana.
  • Fondamenta Widmann, 5409. Palazzetto cinquecentesco. Undici patere con simboli zoomorfici, una Croce, e frammenti di rilievi: una pattera con due uccelli addorsati teste affrontate i becchi congiunti; una pattera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con due uccelli (trampolieri) affrontati con i colli attorcigliati una patera molto corrosa con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera molto corrosa con un felide che azzanna un canide; una patera con un leone andante; una patera con un cervide che morde un altro cervide; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con due grifoni addorsati teste affrontate; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; due frammenti di scultura con due leoni; due frammenti di fregio con uccelli, fiori e ramaglie; una croce con fiori e ramaglie.
  • Campiello del Lion Bianco, 5637 sul Canal Grande. Cà Da Mosto. Tredici patere e sei formelle con simboli zoomorfici, una croce e dei fregi: una patera con due uccelli affrontati che si abbeverano ad una fontana; una patera con due grifoni addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con due uccelli addorsati teste affrontate tra due serpenti; una patera con due equini addorsati con teste affrontate; una patera con un uccello e un canide incrociati; una patera con un felide (leone) che azzanna un canide; una patera con due uccelli incrociati; una patera con due canidi addorsati teste affrontate; una formella con un felide che azzanna un cervide sovrastanti due felidi addorsati; una formella con due pavoni addorsati soprastanti un grifone che azzanna un canide; una formella con due arpie che trattengono con le code due uccelli sottostanti; una formella con un santo benedicente in trono; una formella con due pavoni affrontati su un albero; una formella con un uccello (aquila) con le ali dispiegate sovrastante due cervidi.
  • Sotoportego Falier, 5645 sul Rio dei Santi Apostoli. Palazzo Falier. Due patere e due formelle con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli affrontati con i colli attorcigliati una patera con un uccellino sopra un altro uccello; una formella con un uccello (aquila) con le ali dispiegate sovrastente due canidi e due pavoni affrontati; una formella moto corrosa.
  • Calle de la posta de Fiorenza, 5655 sul Canal Grande. Palazzo Dolfin. Sei patere con simboli zoomorfici.
  • Campiello Riccardo Selvatico, 5666. Patera con un uccello che becca un canide.
  • Campiello del Remer, 5704. Due patere con simboli zoomorfici e una croce: una patera con un uccello che becca sul capo un altro uccello; una patera con un grifone che ghermisce un canide 
  • Calle del Stramazer o Sernagiotto, 5722. Patera con due grifoni addorsati e teste affrontate.
  • Corte Amadi, 5815. Patera con un uccello con un pesce nel becco.
  • Corte Morosina sul Rio del Fontego. Due croci con nell’incrocio dei bracci un mano benedicente.
  • Corte Morosina, 5827. Quattro patere con simboli zoomorfici e fitomorfici: una patera molto corrosa con due canidi addorsati e le teste affrontate; una patera con un uccello con le ali dispiegate; una patera con due canidi addorsati le teste affrontate, una patera con un motivo floreale.
  • Corte Morosina, 5830. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli addorsati teste affrontate e con i becchi congiunti; una patera con un grifone che becca sul capo un canide.
  • Corte Morosina, 5832. Patera con due pavoni che si abbeverano da una coppa.
  • Corte Seconda del Milion, 5845. Sei patere con simboli zoomorfici e frammenti di fregi e mensole: una patera con due grifoni addorsati le teste affrontate; una patera con due equini raddrizzati  sulle zampe tra un albero; un uccello che becca sul capo un leporide; un’altra patera con un uccello che bezza sul capo un leporide; una patera con un cervide avvolto da un serpente; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide.
  • Corte Seconda del Milion, 5847. Cinque patere con simboli zoomorfici: una patera con un pavone con le ali dispiegate sopra un globo; una patera con due grifoni addorsati le teste affrontate e i becchi congiunti; due patere con due felidi (leoni) addorsati le teste affrontate; una patera con un pavone con le ali dispiegate sopra un globo. .
  • Corte Seconda del Milion, 5858 e Calle del Teatro. Una patera, una croce e dei rilievi: una patera con un uccello che ghermisce un leporide; una croce con motivi floreali, un fregio ad arco con patere varie.
  • Calle drio la Chiesa, 6073. Palazzo Van Axel. Cinque patere con motivi zoomorfici e una transenna: una patera con un grifone che aggredisce un cervide; una patera con un felide che azzanna un canide; una patera corrosa con un leone che azzanna un uccello; una patera con motivi vegetali; una patera con due felide addorsati con le teste affrontate.

SESTIERE DI SANTA CROCE

  • Corte de Ca’ Barbo, 6 sul Rio de Ca’ Foscari. Patera con  due uccelli addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti.
  • Campiello Mosca, 21. Due patere e  formella con simboli zoomorfici e fitomorfici: una patera traforata con due uccelli sopra un calice; una patera bombata con simboli fitomorfici; una formella con un uccello che mangia della frutta da un albero e un canide sovrastanti altri due canidi e due felidi.  
  • Ramo Arnaldi, 32A. Formella con una fontana e dei rami.
  • Salizada San Pantalon, 49 sul Rio del Malcanton. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca sul capo un cervide; una patera con un uccello che becca sul capo un cervide; una patera con un uccello su un ramo.
  • Campiello Mosca, 54. Due formelle con simboli zoomorfici: una formella con due uccelli affrontati che mangiano della frutta da un albero; una formella con un uccello che becca nei lombi un felide il quale morde la coda ad un altro felide.
  • Fondamenta del Pagan, 289 e sul Rio de la Cazziola. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con un canide; un uccello (aquila) che becca sul capo un leporide; due palmipedi con il collo attorcigliati e  i becchi congiunti.
  • Calle del Cremonese, 355. Patera con due grifoni addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti.
  • Sotoportego del Tagiapiera, 605. Patera con un uccello (aquila) che becca sul capo un canide. 
  • Fondamenta Rio Marin, 820. Patera con un felide (leone) che azzanna al collo un uccello.
  • Fondamenta dei Garzoti, 892A. Casa Bortoluzzi. Sei patere con i bordi dentellati e con simboli zoomorfici e geometrici, e due formelle: una patera con un felide che azzanna un canide; un canide con un serpente attorcigliato al collo; una patera con un pavone e un felidi affrontati con un altro felide accosciato tra da un albero; una patera traforata e bombata con motivi geometrici; una patera con un uccello  e un serpente attorcigliato al collo; una patera traforata e bombata con motivi geometrici; una formella con un leone di San Marco in moleca tra ramaglie; una formella con un cervide tra ramaglie.
  • Corte dei Squelini, 902. Patera con il bordo dentellato con  due felidi addorsati le teste affrontate tra un albero.
  • Campo San Simeon Grando, 927 sul Canal Grande. Casa Nigra.  Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con un canide sopra un altro canide; una patera con due uccelli con i colli attorcigliati; una patera con un uccello che becca sul capo un canide.
  • Ponte de le Oche, 1033. Palazzo Talenti Tre patere con simboli zoomorfici e una formella: una patera con due palmipedi con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una patera con un uccello sopra un leporide; una patera con un uccello che becca un leporide; una formella con il soggetto scalpellato e con rami di vite.
  • Lista Vechia dei Bari, 1165. Due formelle con simboli zoomorfici; una formella con due pavoni che si abbeverano ad una fontana; una formella con un felide (leone) che azzanna un cervide soprastante altri due felidi.
  • Rio Terà Cazza, 1286. Due formelle con simboli zoomorfici e un fregio: una formella con due pavoni affrontati tra un albero sovrastanti due felidi; una formella con il bordo dentellato molto corrosa con due grifoni affrontati tra un albero.
  • Campiello de la Comare, 1324 sul Canal Grande. Una patera  con un vaso di fiori.
  • Calle del Savio, 1390. Patera con bordo dentellato con  un uccello che becca sulla coda un canide.
  • Campiello del Piovan, 1457. Chiesa di San Giacomo da l’Orio. Patera con simboli zoomorfici e una croce: la patera con due felidi incrociati davanti ad un albero.
  • Campiello del Piovan, 1485. Fregio.
  • Campo San Giacomo da l’Orio. Chiesa di San Giacomo da l’Orio. Patera bombata con simboli fitomorfici.
  • Campo San Giacomo da l’Orio. Chiesa di San Giacomo da l’Orio. Croce
  • Campo San Giacomo da l’Orio, 1588. Formella con due pavoni affrontati tra un albero e sopra una fontana.
  • Salizada del Fontego dei Turchi, 1670. Patera con un felide che azzanna un uccello.
  • Salizada del Fontego dei Turchi, 1730 sul Canal Grande. Fontego dei Turchi. Cinquantuno patere con simboli zoomorfici (vedi dettaglio nell’articolo)
  • Salizada del Fontego dei Turchi, 1730 sul Canal Grande. Fontego dei Turchi. Sedici formelle con simboli zoomorfici (vedi dettaglio nell’articolo)
  • Salizada del Fontego dei Turchi, 1730/1735. Tre patere con simboli zoomorfici e una formella con simboli fitomorfici
  • Salizada San Stae, 1920. Due patera con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate  tra un albero; una patera molto corrosa.
  • Fondamenta de le Grue, 2002. Formella con due pavoni affrontati sovrastanti un uccello che becca sul capo un leone.
  • Campiello del Spezier, 2043. Una croce con ramaglie e una mano benedicente.
  • Campo Santa Maria Mater Domini, 2120. Palazzo Viaro Zane. Quattro patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera molto corrosa con un felide che azzanna ai lombi un canide; un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con due galli incrociati e con i becchi congiunti.
  • Campo Santa Maria Mater Domini, 2173. Palazzo Zane. Otto patere con simboli zoomorfici e quattro croci: una patera con due canidi addorsati le teste affrontate le bocche congiunte; una patera con due grifoni addorsati le teste affrontate i becchi congiunti; una patera molto corrosa; una patera molto corrosa con un uccello che becca sul capo un canide; una patera con due canidi addorsati le teste affrontate con le bocche aperte; una patera con due grifoni addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti; una patera con due canidi addorsati le teste affrontate e con le bocche aperte; una patera con due palipedi con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una croce con ramaglie e una mano benedicente; tre croci con ramaglie e foglie.
  • Campiello de la Malvasia, 2338. Croce con ramaglie e foglie.

SESTIERE DI SAN POLO

  • Pescheria, 340. Patera con un felide (leone) che azzanna un canide.
  • Calle de le Becarie o Panateria, 342 Pescaria. Due patere molto corrose con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli affrontati con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una patera con un felide (leone) che azzanna un cervide.
  • Campo Rialto Novo, 544. Due patere e due formelle con i bordi dentellati e con simboli zoomorfici: una patera con un cervide; una patera con un canide che morde un uccello; una formella con un pavone che si abbevera ad una fontana; una formella con equino e una ramaglia.
  • Riva del Vin, 1098B. Patera con due uccelli con i colli attorcigliati e i becchi congiunti.
  • Riva del Vin, 1099 Casa Ravà. Cinque patere e due formelle con simboli zoomorfici, una mensola e un’edicola funeraria romana: una patera molto corrosa con un canide e una ramaglia; una patera molto corrosa con due uccelli addorsati le teste affrontate tra un albero; una patera con bordo dentellato con un eccello che becca sul capo un canide; una patera con borso dentellato e con due canidi addorsati le teste affrontate; una patera con un uccello con nel becco una foglia; una formella molto corrosa con due uccelli ad una fontana; formella con bordo dentellato con due pavoni affrontati.
  • Fondamenta de la Pasina, 1112A. Patera con un’aquila con le ali dispiegate. 
  • Fondamenta de la Pasina, 1114 (giardino sul retro). Patera con due canidi addorsati le teste affrontate le bocche congiunte, e frammenti di fregi.
  • Pasina, 1121. Croce.
  • Ramo Barzizza, 1174 Ca’ Barzizza sul Canal Grande. Sette patere con simboli zoomorfici e croce: patera con bordo a treccia molto corrosa con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con fondo concavo e con doppio bordo con un grifone soprastante un’elefante; una patera con fondo concavo con due rinoceronti addorsati le teste affrontate; una patera traforata con due grifoni; una patera molto corrosa con bordo a treccia e con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con due colombacei addorsati le teste affrontate e con i becchi congiunti; una patera con un’aquila con le ali dispiegate sopra un globo.
  • Campo Sant’Aponal. Campanile della Chiesa di Sant’Aponal. Dieci patere e quattro formelle molto corrose con simboli zoomorfici e una croce: una patera con un felide che azzanna un cervide; una patera con un canide che morde un leporide; una patera con un felide che morde un agnello; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate che mangiano da un albero; una patera molto corrosa; una patera con un quadrupede sovrastante un altro quadrupede; una patera con un uccello  che becca al capo un leporide; una patera con un uccello con nel becco un serpente; una patera molto corrosa con un cavallo; una patera con un uccello  che ghermisce un leporide; una formella con due pavoni addorsati sovrastanti un felide (leone) che azzanna un cervide; due mezze formelle sovrapposte molto corrose; una formella con due grifoni affrontati sovrastanti due pavoni e a due teste di felidi; una formella molto corrosa; mezza formella con un felide (leone); una croce molto corrosa.
  • Calle del Tragheto de la Madoneta, 1426 Ca’ Donà dalle Trezze sul Canal Grande. Una patera e quattro formelle molto corrose con simboli zoomorfici e antropomorfici, e fregi: una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate che beccano della frutta dal un albero; una formella con grifone che becca nei lombi un centauro sovrastante un felide (leone) che azzanna un cervide; una formella con un felide che azzanna un bovide savrastante a due felidi (leoni) sopra delle ramaglie; una formella con due griffoni sopra un cervide che sovrastano un felide (leone) che azzanna un cervide; Formella con un pavone sovrastante un canide affrontati a due uccelli sovrastanti un canide tra un albero; il fregio intero con foglie, ramaglie e frutti e degli bovidi.
  • Calle del Tragheto de la Madoneta, 1429 Ca’ Donà della Madonetta. Nove patere con motivi zoomorfici e una croce: una patera con un’aquila con le ali dispiegate; un patera con un uccello con due teste con i becchi congiunti; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate che beccano dell’uva; una patera con due canidi addorsati le teste affrontate; una patera molto corrosa; una patera con due aquile addorsate sovrastanti due canidi; una patera con un grifone sopra un cervide; una patera con due uccelli con i becchi congiunti; una patera molto corrosa; un’altra pattera corrosa con un felide che azzanna un bovide; la croce con fiori e ramaglie
  • Calle de la Madoneta, 1457. Tre patere con motivi zoomorfici e antropomorfici: una patera con un felide che azzanna un cervide; una patera con un uomo a cavallo con un falco; una patera con un uccello che becca un leporide.
  • Calle de la Furatola, 1495. Tre patere con motivi zoomorfici e fitomorfici: una patera bombata con motivi fitomorfici; una patera con due palmipedi con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; un uccello che becca sul capo un leporide.  
  • Fondamenta del Banco Salviati, 1500B. Quattro patere con simboli zoomorfici: una patera molto corrosa a fondo concavo con un felide (leone) che azzanna ai lombi un leporide; una patera con un uccello che becca al collo un leporide; una patera con un uccello con due teste (o due uccelli); una patera senza incisione.
  • Fondamenta del Banco Salviati, 1502. Quattro patere con simboli zoomorfici e antropomorfici, le quattro patere riportano i simboli degli evangelisti (la Sacra Quadriga, Apocalisse profeta Ezechiele): Matteo rappresentato dall’angelo, Marco dal leone alato, Luca dal bove alato e Giovanni dall’aquila.
  • Ponte Storto, 1510. Palazzo Tamossi. Quattro patere con simboli zoomorfici: una patera con un felide che azzanna al collo un cervide; una patera molto corrosa con due uccelli addorsati le teste affrontate; una patera con felide (leone) che azzanna un cervide; una patera con un aquila con le ali dispiegate.
  • Rio Terà de le Carampane, 1510B. Tre patere, una formella e una transenna con simboli zoomorfici e fitomorfici: una patera molto corrosa con un grifone che ghermisce un leporide; una patera su fondo concavo con due uccelli sopra un albero da frutta; una formella con due felidi con una testa unica; una transenna traforata con fiori e frutta.
  • Rio Terà de le Carampane, 1512. Formella con un felide che azzanna un cervide e un uccello che assiste alla scena.
  • Calle del Campaniel, 1795. Cinque patere e una croce con simbolici zoomorfici: una patera con un uccello che becca un laporide sul capo; una patera due uccelli con i colli attorcigliati; una patera  difficilmente identificabile; una patera addorsati le teste affrontate e i becchi congiunti; un’altra patera  difficilmente identificabile.
  • Campiello del Librer, 1995. Patera con due delfini affrontati con in mezzo un tridente.
  • Sotoportego Dolfin, 2035 Ca’ Cappello sul Canal Grande. Sette patere con simboli zoomorfici: una patera con due grifoni addosati e con i becchi congiunti; una patera con un leone rampante; una patera con un gallo con nel becco un serpente (stemma di Murano);  una patera con ramaglie e motivi geometrici; una patera con due uccelli affrontati; una patera con due grifoni addorsati le teste affrontate  e i becchi congiunti, altre patere senza sculture con al centro un palla.
  • Campiello del Remer, 2070. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con due leoni rampanti affrontati  tra un albero; una patera con due cervidi affrontati tra un albero.
  • Campiello del Remer, 2073. Formella con bordo dentellato e con due pavoni affrontati che mangiano dei frutti da un albero sovrastanti due felidi (leoni) accovacciati.
  • Campo San Polo, 2170 Ca’ Soranzo. Cinque patere con bordi dentellati e con simboli zoomorfici: una patera con un’aquila acefala che ghermisce un leporide; una patera con un’aquila che ghermisce un leporide; una patera con due grifoni affrontati; una patera con Ercole e il leone Nemeo; una patera con due colombacei affrontati sopra una rosa sovrastanti altri due colombacei.
  • Calle de Ca’ Bernardo, 2194. Formella con due pavoni affrontati su ramaglie sovrastanti due felidi (gatti).
  • Rio Terà Primo, 2273. Una patera con due uccelli affrontati.
  • Calle Zane, 2382. Patera con due pavoni affrontati che si abbeverano ad una fontana.
  • Calle de la Lacca, 2465. Due patere con motivi zoomorfici: una patera con un canide e un uccello affrontati; una patera con due uccelli che si abbeverano ad una fontana.
  • Calle del Magazen, 2482. Patera con due equini uno sopra l’altro.
  • Fondamenta Contarini o del Boter, 2542. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con un uccello e delle ramaglie.
  • Fondamenta dei Frari, 2565. Patera con un serpente attorcigliato ad un albero.
  • Ponte del Piovan, 2598 Rio dei Frari. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con un palmipede con un pesce nel becco; una patera con due palmipedi con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una patera con un uccello (aquila) con le ali dispiegate.
  • Calle dei Albanesi, 2632. Patera con un uccello sopra un altro uccello.
  • Corte del Luganegher, 2733. Due patere sul Rio de San Polo, con simboli zoomorfici: una patera con un aquila che ghermisce due leporidi; una patera con il leone alato simbolo dell’evangelista Marco e una con l’aquila il simbolo dell’evangelista Giovanni.
  • Ponte San Polo, 2740. Patera con la Madonna in trono, col Bambino e due angeli.
  • Ponte San Tomà, 2802. Palazzo Bosso o Bosco. Sette patere con simboli zoomorfici, e un fregio: una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate; una patera con un uccelo che becca al capo un’altro uccello; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti; una patera con un uccello che becca il capo di un leporide; una patera con un uccello con un pesce nel becco; una patera con un grifone che ghermisce un leporide; una patera con un felide (leone) che azzanna un uccello.
  • Calle del Tragheto Vechio, 2879. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un pavone e un canide tra un albero; una patera con un uccello che becca al capo un canide.
  • Calle de la Passion, 2988. Patera con due pavoni addorsati le teste affrontate che mangiano della frutta da un albero.
  • Campo dei Frari, 3012. Campanile dei Frari. Due patere e una formella con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli affrontati sopra delle ramaglie; una patera corrosa con due uccelli affrontati sovrastanti altri due addorsati; una formella con due uccelli affrontati sopra un albero e sovrastanti due pavori.
  • Campo dei Frari, 3012. Due patere con doppi bordi con simboli zooformici: una patera con due canidi addorsati tra da un albero; una patera con un uccello che becca sul capo un bovino.
  • Ramo San Nicoleto, 3072. Patera con due uccelli addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti.
  • Ramo del Cimesin, 3087 e sul Rio de le Muneghete. Otto patere e due formelle con simboli zoomorfici: nel Ramo del Cimesin un patera con due grifoni addorsati le teste affrontate e  i becchi congiunti; sul Rio de le Muneghete, una patera con il bordo dentellato con due cani addorsati le teste affrontate tra un albero; una patera con un pegaso andante;  una patera con due uccelli che si abbeverano ad una fontana; una patera con due uccelli affrontati; una patera con due grifoni addorsati le teste affrontate e con i becchi congiunti; una patera con due pavoni con i colli incrociati; una patera con due uccelli sopra delle ramaglie; una formella con due bambini; una formella con due bambini che danzano.
  • Campiello San Rocco, 3138. Due formelle con simboli zooformici: una formella con due grifoni affrontati tra un albero; una formella con due pavoni che si abbeverano ad una fontana.
  • Campiello San Rocco, 3142. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un felide (leone) che azzanna un canide; una patera con un uccello che ghermisce un cervide.

SESTIERE DI DORSODURO

  • Rio Terà dei Saloni, 92. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con quattro felidi affrontati con una testa in comune; una patera  con due felidi affrontati che si mordono.
  • Rio Terà dei Catecumini, 111 sul Rio de la Salute. Patera e due formelle con simboli zoomorfici: la patera con bordo dentellato e due pavoni affrontati che si dissetano ad una fontana; una formella verticale con un pesce sovrastante un canide che mangia un altro pesce; una formella orizzontale con due canidi che si dissetano ad una fontana.
  • Rio Terà dei Catecumini, 118. Patera a fondo concavo con un uccello e un canide addorsati le teste affrontate con bocca e con i becco congiunti.
  • Rio Terà dei Catecumeni, 140A. Patera con un uccello con un pesce nel becco.
  • Campo San Gregorio, 170. Croce con rosetta all’incrocio dei bracci.
  • Calle del Bastion, 189. Patera a fondo concavo con due uccelli addorsati le teste affrontate mentre beccano dell’uva.
  • Fondamenta Ca’ Balà, 224. Due patere e una formella con bordo dentellato e con simboli zoomorfici: entrambe le patere con un’aquila  ad ali dispiegate; la formella con due pavoni che beccano dei datteri da una palma.
  • Calle Querini, 252. Patera e formella, molto corrose,  con bordo dentellato, con simboli zoomorfici; nella patera e nella formella s’intravedono degli uccelli su dei rami.
  • Fondamenta Ca’ Balà, 257. Quattro patere e tre formelle con simboli zoomorfici: una patera con bordo dentellato con un felide sotto un albero; una patera con un felide che azzanna un equino; una patera con un uccello che becca sul capo un bovide; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide;  una formella con un uccello sovrastante un felide (leone); una formella con due uccelli (oche) sotto un albero con i colli attorcigliati; una formella con due pavoni affrontati sotto un albero con frutti.
  • Fondamenta Soranzo o de la Fornase sul Rio de la Fornase, 297. Cinque patere a fondo concavo e due formelle con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che assale un canide con bocca e becco congiunti; una patera con un galliforme avvolto da un serpente; una patera con due uccelli che danzano con i colli attorcigliati; una patera con un canide avvolto da un serpente; una patera con due canidi che lottano; una formella con un uccello che becca sul capo un leone sovrastanti altri due leoni; una formella con un uccello sopra una pianta sovrastante due pavoni ad una fontana. 
  • Fondamenta Soranzo o de la Fornase, 337. Due patere, con bordo a pallini e a treccia, e con simboli zoomorfici: una patera con due felidi che si azzannano; una patera con un uccello che becca sul capo un felide.
  • Ramo Barbaro, 351 Palazzo Barbaro Wolhoff. Tre patere e una formella con simboli zoomorfici: una patera con un uccello con nel becco un pesce; una patera con due canidi che si mordono; una patera con un uccello che morde sul capo un leporide; una formella con due pavoni su una colonna.
  • Campiello drio ai Incurabili, 439. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con quattro felidi con la testa in comune; una patera con bordo a toro con due galliformi addorsati le teste affrontate sopra un albero che beccano dell’uva.
  • Rio Terà San Vio, 538. Croce sopra una mezzaluna con cornice.
  • Campo San Vio, 671 Oratorio di San Vio. Cinque patere con simboli zoomorfici e due croci, sulla fronte: una patera corrosa con un uccello che che assale un canide; una patera corrosa con due galliformi affrontati e becchi congiunti; una croce con rosette. Sulla facciata verso il ponte: una patera con un aquila acefala con ali dispiegate che ghermisce un leporide; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera di marmo con un felino (leone); una croce.
  • Calle Nova, 873. Patera a fondo concavo con un canide sotto un ramo.
  • Calle dei Frati, 939A. Patera con bordo a treccia e con un serpente sovrastante un felino.
  • Fondamenta Nani, 957. Patera con due pavoni addorsati le teste affrontate tra una palma.
  • Fondamenta Priuli, 1016. Due patere a fondo concavo e con simboli zoomorfici: una patera molto corrosa con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con un felino (leone) che azzanna un uccello.
  • Rio Terà de la Carità, 1038. Cinque patere a fondo concavo con bordo dentellato e tre formelle con simboli zoomorfici: una patera con un uccello con il fuoco che esce dalla bocca; una patera con uccello che becca sul capo un canide; una patera con due canidi sovrastanti; una patera con due felidi addorsati tra un albero; una patera con un uccello che becca un serpente; una formella con due canidi affrontati uno con la testa addorsata; una formella con un uccello sovrastante un felide e un pavone; una formella con due uccelli e due equini sovrastanti.
  • Campiello Calbo, 1040. Formella con bordo dentellato con due pavoni affrontati sopra un albero. 
  • Galle Gambara, 1053. Patera a fondo concavo con due uccelli affrontati con i colli attorcigliati e i becchi congiunti.
  • Campiello Malipiero, 1062. Patera traforata con motivi geometrici.
  • Fondamenta Toffetti, 1081. Casa di Italico Brass. Sedici patere con motivi zoomorfici, cinque formano una croce: al centro della croce una patera, molto corrosa, con doppio bordo, con un uccello che becca un leporide; una patera con due uccelli che si beccano; una patera con un canide; una patera con due draghi addorsati le teste affrontate; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; una patera con un felino che azzanna un cervide; una patera con un uccello che vecca sul capo un altro uccello; una patera, con doppio bordo, con due galliformi sovrapposti; una patera con un uccello (colombo) che becca sul capo un altro uccello; una patera con un uccello urlante; una patera con un cervide sotto un ramo; una patera con ramaglie e frutta; verso il Campo San Trovaso una mezza patera con due colombacei affrontati; una patera con due pavoni con i colli attorcigliati; una patera con un uccello che becca sul capo un cervide.
  • Calle de la Toleta, 1217 sul Rio de la Toleta. Tre patere e una formella con simboli zoomorfici e fitomorfici: due patere con due uccelli (trapolieri o cigni) con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una patera con una cesta di frutta e ramaglie; una formella con un albero con ramaglie.
  • Ramo Crosera, 1268. Patera a fondo concavo con un uccello che becca sul capo un uccello (pellicano).
  • Sotoportego Fioravante, 1381. Patera con due canidi addorsati le teste affrontate e con le code intrecciate.
  • Fondamenta Zattere al Ponte Longo, 1413. Palazzo Molin. Cinque patere con simboli zoomorfici e una formella traforata: una patera con bordo dentellato con un’aquila ad ali dispiegate che ghermisce due felidi con una testa in comune; una patera con un felide; una patera con bordo dentellato con due pavoni affrontati che beccano dell’uva; una patera con bordo dentellato con due felidi sovrapposti; una patera con bordo dentellato con un uccello che becca sul capo un felino; una formella traforata.
  • Fondamenta Zattere al Ponte Longo, 1416. Palazzo Zorzi. Tre patere con simboli zoomorfici e una croce: due patere con due uccelli addorsati le teste affrontate che beccano dell’uva; una patera con un uccello che becca sul capo un cervide.
  • Campo Ognissanti, 1439C. Tre patere e due formelle con simboli zoomorfici e fitomorfici: una patera con due uccelli con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una patera con un motivo floreale; una patera con un’aquila ad ali dispiegate sovrapposta ad un felide; una formella con due pavoni che si abbeverano ad una fontana: una formella con un uccello e un canide ad una fontana.  
  • Rio Terà Ognissanti, 1441B e Calle dei Frati. Quattro patere e mezza con simboli zoomorfici: una patera con un uccello sopra un basilisco; una patera con un felide avvolto da un serpente; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate che mangiano dell’uva; una patera con due felidi con una testa in comune; una mezza patera con due colombacei affrontati con i becchi congiunti.
  • Rio Terà Ognissanti, 1449 e Calle Bonfadina. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli addorsati; una patera con due grifoni affrontati tra una fontana; una patera con un canide che azzanna un bovino.
  • Fondamenta Zattere al Ponte Longo, 1470. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con bordo puntiforme con un serpente che avvolge un bovide; una patera con un uccello che becca sul capo un equino (asino); una patera un uccello con un pesce nel becco, e ramaglie.
  • Fondamenta Zattere al Ponte Longo, 1471. Due patere e tre formelle con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca sul capo un cervide; una patera con un uccello che becca sul capo un gallinaceo (quaglia); una formella con due uccelli sovraposti a due serpente intrecciati, una formella con due uccelli e ramaglie; una formella con quattro canidi che si azzannano.
  • Campiello de la Masena, 1475. Formella con due uccelli affrontati che mangiano dell’uva da una vite.
  • Calle de la Masena, 1476 sul Rio dei Ognissanti. Una patera e quattro formelle con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca sul capo un canide; una formella con un canide sopra un altro canide; una formella con due felidi (leoni) addorsati con una testa in comune; una formella con due pavoni con i colli attorcigliati; una formella con un felino che azzanna un canide.
  • Fondamenta Zattere al Ponte Longo, 1511. Due patere con simboli zoomorfici e una formella: una patera a fondo concavo con con un’aquila ad ali dispiegate che ghermisce due leporidi; una patera con un uccello che becca sul capo un canide; una formella con due uccelli sopra un albero e sovrastanti due felidi (leoni).
  • Campiello Santorio, 1539. Formella con due pavoni che mangiano della frutta da un albero sovrastanti due canidi.
  • Calle de l’Avogaria, 1613. Croce.
  • Campazzo San Sebastian, Campanile di San Sebastiano. Patera  e croce: la patera con due gallinacei addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti.
  • Campiello de l’Oratorio, 1840. Formella molto corrosa con con uccelli ad una fontana e ramaglie.
  • Calle dei Rimurchianti, 2104B. Due patere con simboli zoomorfici: patera con un aquila  ad ali dispiegate che ghermisce due serpenti; una patera con due felidi affrontati.
  • Fondamenta Rughetta, 2222. Due patere e una formella con simboli zoomorfici: patera corrosa con motivi geometrici; una patera con due felidi affrontati con le teste addorsate che si azzuffano; una formella con tre uccelli e un canide affrontati.
  • Campiello del Teren, 2266 sul Rio del Tentor. Cinque frammenti di fregio con ramaglie, fiori, con una mano benedicente,  un leporide e degli uccelli.
  • Calle Larga, 2282. Due patere a fondo concavo con simboli zoomorfici: una patera con un uccello affrontato ad un canide sovrapposti ad un secondo canide; una patera come la precedente.
  • Fondamenta Briati, 2389. Patera e formella con simboli zoomorfici: una patera con bordo dentellato e con due uccelli affrontati; una formella con due pavoni affrontati tra da una palmetta.  
  • Campiello dei Guardiani, 2403. Una patera con una volpe e una cicogna e dei fregi architettonici.
  • Fondamenta dei Cereri, 2435. Patera con simboli zoomorfici e tre frammenti di fregio: patera con due uccelli che si abbeverano ad una fontana; un frammento di fregio con un uccello in groppa ad un canide.
  • Fondamenta de le Procuratie, 2479. Patera con un pavone che fa la ruota soprastante due felidi.
  • Fondamenta dei Cereri, 2488. Quattro patere con simboli zoomorfici: una patera a fondo concavo con due gallinacei addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti; una patera con un felide (leone) che azzanna un uccello; una patera con due uccelli addorsati le teste affrontate.
  • Corte San Marco, 2492. Formella molto corrosa con simboli zoomorfici.
  • Fondamenta del Soccorso, 2583. Tre patere in marmo di Verona con simboli zoomorfici: una patera con un canide; una patera con un leone; una patera con il soggetto non identificabile.
  • Fondamenta del Soccorso, 2589. Due patere con simboli zoomorfici: una patera in marmo di Verona con un uccello sopra una ramaglia; una patera con un canide e delle erbe.
  • Campo dei Carmini, 2612 Convento dei Carmini. Tre patere con simboli zoomorfici e una croce: una patera con un felino che azzanna un equino; una patera con due palmipedi sovrastanti un canide con i becchi congiunti; una patera con un bovide con in groppa un canide; una croce con ramaglie e una mano benedicente.
  • Calle de la Scuola, Chiesa di Santa Maria del Carmelo (Carmini). Fianco destro del protiro, sei patere con simboli zoomorfici, e un frammento scultoreo: una patera con bordo punteggiante con un uccello che becca sul capo un bovide; una patera con un palmipede con un pesce nel becco; una patera con un uccello che becca sul capo un ovino; una pattera con un canide che morde ai lombi un leporide; una patera con un uccello che becca sul capo un canide; una patera con due pavoni affrontati che si abbeverano ad una fontana.
  • Fondamenta Gherardini, 2622. Patera e due formelle con simboli zoomorfici: patera con uccello con le ali spiegate; una formella corrosa con due palmipedi con i colli attorcigliati e i becchi congiunti sovrastanti due felidi (leoni) che si azzannano; una formella corrosa con un uccello con le ali dispiegate sovrastante due felidi.
  • Calle Seconda de le Pazienze, 2626. Formella con due uccelli che si abbeverano ad una fontana con ramaglie e motivi geometrici.
  • Calle del Traghetto, 2785. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera molto corrosa con due gallinacei con i colli attorcigliati, due patere corrose per le quali non si distinguono più i soggetti. 
  • Calle del Traghetto, 2791. Quattro patere con simboli zoomorfici: una patera con un aquila con le ali dispiegate; una patera con un pesce; una patera con triplo bordo con un canide con in bocca un pesce; una patera con un coccodrillo; una patera con un pesce.
  • Calle del Tragheto, 2792 Palazzo Stern. Dodici patere e due formelle con simboli zoomorfici: patera contornata di marmo verde e bordo dentellato con felide che azzanna un animale; patera contornata di marmo verde e bordo dentellato con un grifone che azzanna ai lombi un cervide; due patere con due palmipedi con il collo attorcigliati e i becchi congiunti; una patera con un felide che azzanna un leporide; una patera con un uccello che becca sul capo un leporide; un formella con un pavone e due uccelli su un albero sovrastanti due leoni; nel portico: patera corrosa con marmo verde e bordo dentellato; patera corrosa con bordo dentellato; formella contornata di marmo viola e bordo dentellato con due pavoni e due altri uccelli addorsati.
  • Calle del Tragheto, 2792A Palazzo Stern. Transenna
  • Ramo Morosini, 2818. Due patere con simboli zoomorfici, tre frammenti di fregio: patera con un canide che morde un leporide; patera con un canide e un uccello che mangiano dell’uva; un fregio con un uccello tra ramaglie; un fregio con un canide tra ramaglie, un fregio con motivi geometrici.
  • Corte del Calderer, 2910 sul Rio de Santa Margarita. Otto patere con simboli zoomorfici e fitomorfici: una patera rettangolare con un uccello tra ramaglie; una patera con un grifone che azzanna un leporide; una patera quadrata con un uccello; una patera quadrata con una pianta; una patera quadrata con un cervide; una patera rettangolare con un uccello; mezza patera quadrata con un grifone; patera rettangolare con un grifone.
  • Campo Santa Margarita, 2943. Patera con due uccelli con i colli attorcigliati e i becchi congiunti.
  • Campo Santa Margarita, 3043. Formella con quattro uccelli addorsati e affrontati sopra un albero.
  • Fondamenta de lo Squero, 3074 e Rio de San Barnaba. Una patera e tre formelle con simboli zoomorfici: una patera rettangolare con due canidi affrontati tra un albero; una formella con due pavoni affrontati su un albero sovrapposti a due felidi (leoni); una formella con due leoni con un’unica testa sovrastanti due uccelli con i colli attorcigliati e i becchi congiunti; una formella con due uccelli addorsati le teste affrontate che beccano della frutta da un albero sovrastanti due felidi (leoni).
  • Rio Terà Canal, 3116. Formella con bordo dentellato con un uccello tra ramaglie.
  • Campiello dei Squelini, 3235. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli affrontati e una fontana; una patera con un’aquila ad ali dispiegate.
  • Calle dei Saoneri, 3334A. Patera molto corrosa con bordo dentellato.
  • Corte del Tagiapiera, 3384 sul Rio de Ca’ Foscari. Quattro patere con bordo a toro con simboli zoomorfici: una patera un bovide che si rivolta e azzanna un felide che lo stava azzannando; un patera con due grifoni affrontati che lottano; una patera con due gallinacei addorsati le teste affrontate con i becchi congiunti; una patera molto corrosa.
  • Calle del Magazen, 3402. Patera con un uccello che becca sul capo un leporide.
  • Fondamenta del Gaffaro, 3545. Casa Torres. Otto patere, una transenna e una formella con simboli zoomorfici: una patera quadrata con un uccello che becca sul capo un felide (leone); una patera quadrata un felide (leone) che azzanna ai lombi un altro felide; una patera con un’aquila con le ali dispiegate che ghermisce un serpente; una patera con un uccello che becca il capo ad un bovide; una patera con due griffoni addorsati le teste affrontate e con i becchi congiunti; una patera con due canidi addorsati le teste affrontate; una patera con due uccelli che si abbeverano in una fontana: una patera con due uccelli con i colli attorcigliati; una formella con due griffoni addorsati sopra a due arpie con teste umane tra le zampe, sovrastanti due felidi (leoni).  
  • Fondamenta del Malcanton, 3595. Fregio
  • Calesele al Malcanton, 3603. Due transenne, con motivi geometrici.
  • Corte del Basegò, 3605 sul Rio Novo. Formella con una testa di uomo con dei fiori e delle ramagalie sovrastante un uccello sopra un felide (leone) e un canide adrossati.
  • Campo San Pantalon, 3708. Palazzo Signolo Loredan. Croce.
  • Calle Larga Ca’ Foscari, 3855B. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca il capo a un leporide; un uccello sopra un bovide.
  • Corte Marcora, 3882. Due patere molto corrose con simboli zoomorfici: una patera con un grifone sopra un pavone; una patera con un uccello sopra un leporide.
  • Calle Venier o Balbi, 3897. Transenna con motivi geometrici.
  • Crosera, 3910. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con un leone, un equino ed un uccello; una patera con due uccelli addorsati; una patera con tre bordi dentellati e a treccia e con due griffoni addorsati tra un albero.
  • Calle Boldù, 3836. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca sul capo un leporide, una patera con un uccello sopra un altro animale. 
  • Calle del Scaleter, 3960. Due patere con simboli zoomorfici: una patera con due uccelli affrontati tra un albero; una patera con un uccello e fogliame.
  • Calle del Scaleter, 3963 sul Rio de la Frescada.  Formella due canidi affrontati con in mezzo un vaso con fiori.

Isola della Giudecca

  • Fondamenta de le Zitelle, 45. Patera con bordi dentellati con  un drago.
  • Calle Michelangelo, 54P. Villa Hériot. Sedici patere e undici formelle in marmo con bordi dentellati e simboli zoomorfici e fitomorfici: patera con tre musi di felidi con la lingua in fuori; patera con un grifone avvolto da un serpente; patera con due aquile ad ali dispiegate e colli incrocciati; patera con due gallinacei addorsati e con i becchi congiunti; patera con un grifone che ghermisce un lepore; patera con un felide (leone) andante tra ramaglie; patera con due pavoni ad una fontana; patera con due felidi (leoni) affrontati che lottano; patera con motivi fitomorfici; patera con un secchiello e le lettera M ed E; patera con due pavoni che si abbeverano ad una fontana; patera con un grifone che assale un canide; patera con due pavoni addorsati che beccano della frutta da un albero; patera con un felide (leone) andante e delle ramaglie;  patera con due columbidi affrontati tra un intreccio di due serpenti; patera con un felide (leone) accovacciato; patera con le ali dispiegate con uno stemma (una spada e due stelle) sul petto che ghermisce un canide; formella con due columbidi affrontati tra un albero con frutti e foglie; una formella con un equino andante e un palma con datteri; una formella con due leoni sovrapposti tra ramaglie; una formella con due pavoni affrontati tra un vite con l’uva; una formella con due columbidi addorsati tra una vite con l’uva; una formella con due uccelli affrontati tra un albero; una formella con due cervidi affrontati tra un albero; una formella con due columbidi sovrastanti due felidi (leoni) tra un albero; una formella con un aquila con le ali dispiegate sopra un albero sovrapposto alle lettere H e A.
  • Rio de la Crose, 125. Patera con due felidi affrontati tra un albero.
  • Corte Grandi, 540C. Due patere e una formella con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca la coda ad un canide; una patera molto corrosa con due pavoni che si abbeverano ad un fontana; una formella molto corrosa con un uccello sovrastante a dei canidi.
  • Ramo Campiello de la Croce. Patera molto corrosa.
  • Campo San Cosmo, 629. Formella con un uccello e un canide affrontati tra un albero.
  • Calle Storta dei Cantieri, 686C. Quattro patere con simboli zoomorfici: una patera con un uccello che becca sul capo un canide; una patera con un uccello con nel becco un pesce; una patera con un uccello e un canide addorsati; una patera con due canidi affrontati tra un albero.
  • Fondamenta de le Covertite, 690. Transenna con motivi  geometrici
  • Sotoportego de la Vechia, 698. Patera con un uccello sovrapposto un pesce.

ISOLA DI MURANO

  • Fondamenta da Mula, 153.Quattro patere, tre formelle con motivi zoomorfici e antropomorfici,  e quattro transenne, che si possono così descrivere nelle loro raffigurazioni: una patera con incisa una nave da carico a vele spiegate con quattro marinai intenti al suo governo, di cui uno in atto di arrampicarsi all’albero, mentre tra le onde nuota una sirena; una patera con un quadrupede (lontra) che guarda all’indietro verso due cacciatori, armati l’uno con la spada l’altro (con un cane al guinzaglio) con lancia, sullo sfondo un castello; due patere con due uccelli affrontati tra un albero; una formela con un grifone sovrastante degli uccelli; una formella con due pavoni affrontati che mangiano dell’uva da un albero; una formella con un aquila con le ali dispiegate sopra un globo sovrastante due grifoni e due felidi; quattro transenne con motivi geometrici e fitomorfici.
  • Fondamenta Daniele Manin, 6. Formella con simboli zoomorfici: due uccelli addorsati soprastanti due pavoli che si abbeverano ad una fontana.
  • Calle Giuseppe Briati 23. Patera con con un uccello che becca sul capo un leporide.

ISOLA DI BURANO

  • Piazza Baldassare Galuppi. Oratorio di San Barnaba. Croce
  • Via Baldassare Galuppi, 302. Tre patere con simboli zoomorfici: una patera con un felide che azzanna sui lombi un cervide; una patera con un canide che azzanna al collo un uccello; una patera con un felide (leone) che azzanna un cervide. 

ISOLA DI TORCELLO

  • Chiesa di Santa Fosca. Croci

Fonti principali: Alberto Rizzi. Scultura Esterna a Venezia. Filippi Editore – Venezia; Angelica Tonizzo e Maria Rosa Sunseri. Patere a Venezia. Tipo-Litografia Pistellato. Marghera 1999; Giuseppe Marzemin. Le antiche patera civili di Venezia e i significati simbolici. 1937

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.