Le patere del Palazzo Falier sul Rio dei Santi Apostoli, nel Sestiere di Cannaregio

0
665
Palazzo Falier sul Rio dei Santi Apostoli. Sestiere di Cannaregio

Le patere del Palazzo Falier sul Rio dei Santi Apostoli, nel Sestiere di Cannaregio

La casa murata sulle rovine di questo palazzo ne conserva ancora nel centro della facciata un finestrato di stile arabo-bizantino, sec. XIII. Questo palazzo apparteneva al doge Marino Falier, e fu dalla Republica confiscato e venduto all’incanto nel 1355. Marino Falier, prima podestà a Treviso e a Padova, succedette ad Andrea Dandolo nel ducato l’11 settembre 1354. Convinto di avere ordita con pochi nobili e molti popolani una congiura per farsi assoluto signore di Venezia con il massacro dei patrizi, andò mozzo del capo il 16 aprile 1355. (1)

Sul palazzo Falier, nella facciata verso il Rio dei Santi Apostoli sopra la quadrifora del primo piano, sono infisse due patere e due formelle con simboli zoomorfici, che possono essere così descritte nelle loro figurazioni: una patera con due uccelli affrontati con i colli attorcigliati (simbolo della concordia); una patera con un uccellino sopra un altro uccello; una formella con un uccello (aquila) con le ali dispiegate (simbolo dell’anima del credente) sovrastante due canidi e due pavoni affrontati; una formella moto corrosa dal tempo. (2)

(1) Rinaldo Fulin e Pompeo Molmenti. Guida artistica e storica di Venezia. Tipografia di G. Antonelli 1881

(2) sul significato dei simboli cfr.: Giuseppe Marzemin. Le antiche patere civili di Venezia. Ferdinando Ongania editore Venezia 1937; Angelica Tonizzo e Maria Rosa Sunseri. Patere a Venezia. Tipo-litografia Pistellato Marghera-Venezia 1999; Espedita Grandesso. I portali medievali di Venezia. Edizioni Helvetia 1988.

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.