Le patere di Casa Basso al Ponte de le Guglie, nel Sestiere di Cannaregio

0
574
Casa Basso. Rio Terà San Leonardo

Le patere di Casa Basso al Ponte de le Guglie, nel Sestiere di Cannaregio

L’architetto Narduzzi nel progettare la Casa Basso, al Ponte delle Guglie, ebbe veramente le mani legate perché vincoli risultati da contratti secolari non avevano permesso di sopraelevare la fabbrica alla quale sono venuti a mancare quello slancio e quella snellezza che deriva dalle proporzioni fra il particolare e la massa, proporzioni che qui sono compromesse per la irriducibilità di alcune parti come gli aggetti del tettuccio e dei balconi e le dimensioni dei vani.

L’architetto si sfogò nelle decorazioni introducendone una grande varietà ed uniformandosi così anche ad una caratteristica della architettura veneziana dell’epoca romanica, bizantina, gotica ed araba. I capitelli sono tutti differenti, le inferiate dell’attico, dei poggioli e delle finestre pure, e in queste, come nelle patere poste ad ornamento dei vuoti e ad equilibrio di masse, si vedono dominare motivi marini in relazione con la professione di pescatore del padrone di casa che ne fece la propria abitazione.

Costruttori furono la ditta Fratelli Zennaro per la parte muraria e decorativa in pietra; la ditta Rocco Giuseppe per i ferri battuti; la ditta Vittorio De Poli per i lavori in legno. Diresse l’opera l’architetto, fornendo tutti i particolari in grandezza di esecuzione ed assistendo alla patinatura esterna fatta dal pittore decoratore Umberto Mason, autore delle decorazioni di tutti gli ambienti interni. (1)

Su tre facciate della palazzina sono infisse due formelle, una con inciso un bragozzo con le sue reti da pesca e l’altra con un granchio, e due patere, una con storioni e anguille e l’altra con astici ed aragoste. 

(1) L’Architettura Italiana. Periodico mensile di costruzione e di architettura pratica. Anno 1911-1912

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.