La pesca con il “fureghin”

La pesca con il "fureghin" Il fureghin è fatto come un sacco con l'apertura lunga una decina di metri e non più alta...

Polenta e baccalà alla vicentina

Polenta e baccalà alla vicentina Secondo una celebre giaculatoria veneta, la fama gastronomica di Vicenza, sarebbe affidata a una bizzarra inclinazione per i...

Lo “sfogio” (sogliola)

Lo "sfogio" (sogliola) Pesci di comune gradimento, e quindi di grande consumo, adatte ai bambini e agli anziani in quanto se ne possono...

La pesca a “trata” (sciabica)

La pesca a "trata" (sciabica) La rete conosciuta sulla costa veneta come trata, e altrova come sciabica, si impiegava sui nostri litorali in...

Il “vier da granzi” (vivaio per granchi)

Il "vier da granzi" (vivaio per granchi) Il viero è un grosso cesto che veniva tenuto immerso nell'acqua con la sola imboccatura tenuta...

La pesca a “seràgia”

La pesca a "seràgia" Le grandi escursioni di marea che si verificano in laguna, in particolare in primavera e nella prima estate nei...

Il “cagnoléto” e l’ “asià” (palombo e spinarolo)

Il "cagnoléto" e l' "asià" (palombo e spinarolo) Il cagnoletto (Mustelus mustelus) e l'asià (Squalus acanthias) hanno abitudini migratorie e sono ovovivipari. Il...

L’industria della seppia secca di Chioggia

L'industria della seppia secca di Chioggia Il disseccamento della seppia fresca è industria quasi esclusivamente chioggiotta e risale all'epoca della Repubblica Veneta. Ai...

Il “canestrelo” (pettine di mare)

Il "canestrelo" (pettine di mare) I pettini Aequipecten opercularis, Mimachlamys varia e Flexopecten glaber, chiamati localmente tutti canestreli, sono molluschi graditissimi al popolo...

La “coda di rospo” (rana pescatrice)

La "coda di rospo" (rana pescatrice) Un naturalista chioggiotto della seconda metà del Settecento scriveva che qualche tempo prima i pescatori vedevano in...

La “capalonga” (cannolicchio)

La "capalonga" (cannolicchio) Apparentemente moto simili, la qualità della capalonga marina (Ensis minor) è nettamente superiore a quella della tabachina (Solen marginatus), che...

La pesca a vela

La pesca a vela Le caratteristiche delle barche da pesca lagunari anteriori al XVII secolo non sono note ma con ogni probabilità differivano...

La pesca a “fàgia” (pesca notturna con la fiocina)

La pesca a "fàgia" (pesca notturna con la fiocina) Accanto alle attività peschereggie praticate con una barca da più uomini, uniti per legami...

La vita dei granchi in laguna: da granzo duro o granzo...

La vita dei granchi in laguna: da granzo duro o granzo bon, a spiantano, a capelùo, a moleca L'industria delle moleche era una delle più...

La pesca delle sardine con la rete “da imbroco”

La pesca delle sardine con la rete "da imbroco"  Le barche preposte a questo mestiere erano dette batelucci, molto simili ai bragozzi ma...

La pesca con la “togna” (lenza)

La pesca con la "togna" (lenza) I praticanti questa pesca erano detti tognaròli e i chioggiotti la esercitano volentieri presso il porto di...

Il “bisato” (anguilla)

Il "bisato" (anguilla) Nessuno dei pescatori, fosse di laguna, di valle o di mare, ha mai potuto conoscere, prima dei nostri giorni, l'impresa...

I “barboni” (triglie)

I "barboni" (triglie) Per i pescatori e gli intenditori con nome di triglia s'intende solo il Mullus surmeletus, chiamata anche tria de porto...

MAPPE GEOREFERENZIATE