La pesca a “seràgia”

0
582
Cogòlo da seràgia. La pesca in Laguna. La collezione storica di Minni e Marella. Centro Culturale Candiani 2019.

La pesca a “seràgia”

Le grandi escursioni di marea che si verificano in laguna, in particolare in primavera e nella prima estate nei periodi di marea forte o pien de acqua, ovvero di sizigia, sono state all’origine delle antiche pesche a seràgia che consistevano nel chiudere con un grande recinto di reti i pesci che, con l’alta marea serale, si disperdono nei paludi per nutrirsi.

Ai primi chiarori dell’alba, con la minima di marea, al ritirarsi dell’acqua i pesci venivano rapidamente catturati, in parte con le mani o con la vòlega, e in parte dentro i cogòli, dove entravano per cercare una via di fuga.

La rete veniva subito dopo salpata per chiudere, con la nuova marea serale, un altro paludo. Oggi, con l’aumento di profondità della laguna, questa pesca non sarebbe più possibile. (1)

(1) La pesca in Laguna. La collezione storica di Minni e Marella. Centro Culturale Candiani 2019.

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.