Il “vier da granzi” (vivaio per granchi)

0
250
Vier da gransi e gorna.

Il “vier da granzi” (vivaio per granchi)

Il viero è un grosso cesto che veniva tenuto immerso nell’acqua con la sola imboccatura tenuta emersa da funi ancorate a tralicci di supporto. Avevano lo scopo di vivai in cui il ricambio d’acqua era garantito dalla corrente e in cui i granchi stabulavano in attesa del compimento delle fasi di muta del carapace.

Durante queste fasi i granchi non venivano alimentati perché si riteneva che questo avrebbe interrotto il processo di muta impedendo la trasformazione in moleche. Queste dovevano essere prontamente rimosse, attraverso le frequanti cernite effettuate manualmente dai molecanti attraverso la gorna per evitare che venissero mangiate dagli altri granchi “duri” e per evitare che a contatto con l’acqua solidificassero rapidamente il loro carapace dopo la muta. Traendo il necessario carbonato di calcio dall’acqua i granchi infatti induriscono i loro esoscheletro in poche ore.

Il viero era tradizionalmente realizzato con vimini intrecciati ed il coperchio era realizzato in modo da fungere da chiusura per evitare l’uscita dei granchi altrimenti perfettamente in grado di arrampicarsi oltre l’imboccatura, e da poter essere utilizzato come cesto per lo smistamento dei granchi. Il viero in vimini è stato successivamente sostituito da quello in assi di legno di forma ottagonale e quindi, a sua volta, da casse rettangolari con solo telaio in legno e lati in rete di plastica rigida. (1)

(1) La pesca in Laguna. La collezione storica di Minni e Marella. Centro Culturale Candiani 2019.

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.