Campo Santa Maria Zobenigo, nel Sestiere di San Marco

0
106
Campo Santa Maria Zobenigo. Sestiere di San Marco

Campo Santa Maria Zobenigo, nel Sestiere di San Marco  

Il campo prende il nome dalla Chiesa di Santa Maria del Giglio (vulgo Zobenigo). Dalla nobile famiglia Giubanica o Giubenica, principal fondatrice, ricevette particolare denominazione questa chiesa, dedicata a Maria Vergine Annunziata. Contribuirono forse, secondo narrano alcune cronache, alla fabbrica di essa le famiglie degli Erizzo, Barbarigo, Graziaboni e Semitecoli: ma certo è che il merito maggiore lo ebbe la prima accennata famiglia.

Dall’ incendio accaduto nel 966 rimase distrutta; e distrutta pur rimase dall’altro incendio del 1105. Parecchie volte in seguito veniva restaurata, e una fra le altre intorno al 1660 per opera dei Contarini; ma, sia che non ottenesse perfetto ristauro, sia che la chiesa domandasse nuova conformazione, certo è che nel 1680 si incominciò a rifabbricarla dai fondamenti, e nel breve spazio di un triennio fu ridotta a perfezione per merito del parroco Lorenzo Baratti.

La facciata però, architettura di Giuseppe Sardi, fu eretta a spese della famiglia Barbaro, alcuni individui della quale sono sculti nelle nicchie disposte nella facciala medesima. La quale non è a dirsi come sia tutta ricolma di sculture ornamentali, di statue, di bassorilievi, di barocco stile e di gusto depravato, che rileva la iniqua maniera del secolo nel quale fu eretta. (1)

(1) Venezia e le sue lagune. Volume II. Stabilimento Antonelli 1847

Nel campo o nelle sue immediate vicinanze:

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.