Campo Santa Maria Mater Domini

0
283
Campo Santa Maria Mater Domini. Sestiere di Santa Croce

Campo Santa Maria Mater Domini, nel Sestiere di Santa Croce

Il campo prende il nome dalla Chiesa di Santa Maria Mater Domini, una volta parrocchia, ora oratorio. Dopo la metà del secolo X la famiglia Cappello fondò questa chiesa, che una popolare tradizione, fondata su una corte vicina, detta corte delle monache, dichiara essere nei suoi primordi stata dedicata a Santa Cristina ed utilizzata da monache. Certo è che sino dal 1118 fu data in cura questa chiesa ai sacerdoti; ma cominciando a minacciare rovina, nel principio del secolo XVI, per la diligenza del pievano Angelo Filomati si è dai fondamenti rinnovata sul disegno del Sansovino. All’altare della cappella maggiore collocata venne una pala d’argento che da Costantinopoli, si dice, essere stata tradotta in Venezia dopo la conquista di quella città; ma che ebbe a perire nelle espilazioni francesi del 1797. In questa chiesa, nel 1130, si è istituita la congregazione dei preti di Santa Maria Mater Domini, una delle cinque congregazioni della città.(1)

Il campo ha forma quadrata regolare, ad ovest il ponte di Santa Maria Mater Domini con i palazzi Gozzi e Manzoni oltre al Rio de le Do Torre, ad est il palazzo Viaro Zane a sud palazzo Zane, a nord palazzo Leoni e casa Barbaro, al centro del campo una bella vera da pozzo con canna da fontana ottocentesca.

Nel campo o nelle sue immediate vicinanze:

(1) Venezia e le sue lagune. Volume II. Stabilimento Antonelli 1847

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.