Campo San Lio, nel Sestiere di Castello

0
204
Campo San Lio. Sestiere di Castello

Campo San Lio, nel Sestiere di Castello

Il campo prende il nome dalla Chiesa di San Leone IX vulgo San Lio. Sacra in antico questa chiesa alla martire Caterina, veniva riedificata, dopo il 1054, ad onore del santo papa Leone IX, per essersi reso benemerito a questa città nel concilio romano, proteggendo la causa del patriarcato di Grado, come meglio si potrà leggere nel Cornaro.

Intorno all’anno soprassegnato minacciando rovina, fu rinnovata con le pie offerte dei fedeli, e nel 22 settembre 1619 ottenne da Luigi Stella, arcivescovo di Zara, la consacrazione. In sul cominciar poi del secolo XVII ebbe largo restauro, e in fine, nel 1783, venne a miglior forma ridotta, come si legge sulla porta maggiore, la quale però è quella stessa da prima esistente.

Degnissima di nota è la cappella a manca dell’altare maggiore, eretta a spese di Jacopo Gussoni da alcun dei Lombardi; ornatissima per intagli e marmi preziosi. Bella e corrispondente per bontà di scarpello è la tavola di marmo che la decora, nella quale ad alto rilievo vi è espressa la Vergine dolente col morto suo figlio sulle ginocchia, e con altri santi ai lati. (1)

(1) Venezia e le sue lagune. Volume II. Stabilimento Antonelli 1847

Nel campo o nelle sue immediate vicinanze:

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.