Famiglia Grimani

0
6399
Stemma della famiglia Grimani. Famiglie Venete con le loro armi. Biblioteca Estense universitaria

Famiglia Grimani

Come sempre, così intorno alla caso Grimani fantasticarono i genealogisti, volendola chi discesa dalla romana famiglia degli Arrumci, ovvero dalla Servilia, secondo lo Zabarella; chi la vuole derivata dalla famiglia Grimaldi di Genova, ovveramente dalla Pepoli di Bologna; e chi la dice venuta da Costantinopoli. Sembra però più probabile, giusta tutti gli storici, tra i quali il Pagliarino, il Marcaci e il Malfatti, che derivasse dal più nobile sangue longobardo, e che, piantatasi primamente in Vicenza, venisse poi a por sede in Venezia nel 900, nella persona di Servidio, dal quale i più incominciano l’albero genealogico. Certo è che, fissata qui dimora, uscirono da questa casa nomini celebratissimi ed illustri nel principato, nella porpora, nella toga, nelle armi e nelle lettere, delle quali, come delle arti, furono mecenati splendidissimi, testimoniandolo i molti edifici da loro eretti, tra i quali i teatri di San Luca, di San Giovanni Grisostomo e dei Santi Giovanni e Paolo; li palazzi cospicui di Santa Maria Formosa, di San Luca, di San Tomaso, di San Polo, di San Felice, ec, e le chiese di San Felice e di Santa Fosca, alla cui erezione concorsero; oltre a tanti monumenti e memorie sparsi nelle altre chiese. 

Innalza questa casa per arme uno scudo paleggiato d’argento e di rosso in otto pezzi, al quale, la linea che dimorò alcun tempo in Costantinopoli, aggiunse una crocetta vermiglia sopra uno dei pali d’argento, dono, siccome dicono i genealogisti, concesso da Goffredo Buglione a Servidio e Prospero fratelli Grimani, per aver seco lui militato in Terra santa. (1)

(1) Il Palazzo Ducale di Venezia Volume IV. Francesco Zanotto. Venezia MDCCCLXI

I dogi della famiglia:

Antonio Grimani. Doge LXXVI. Anni 1521-1523
Marino Grimani. Doge LXXXIX — Anni 1595-1605
Pietro Grimani. Doge CXV. – Anni 1741-1752

Dall’alto in basso, da sinistra a destra: Riva de Cà de Dio, 2182 (Castello) – Marzarieta Due Aprile, 5178 (San Marco) – Campo San Simeon Grando, 927A (Santa Croce) – Campo de l’Arsenal, 2407 – Castello) – Bacino Orseolo, 1109 (San Marco) – Calle dei Preti, 1711 (Cannaregio) – Calle de l’Oca, 4364 (Cannaregio) – Calle de la Simia o de le Spade, 209 (San Polo).

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.