Pastificio Zaggia Michele, nell’Isola della Giudecca

0
642
Pastificio Zaggia Michele, nell'Isola della Giudecca

Pastificio Zaggia Michele, nell’Isola della Giudecca

Michele Zaggia si trasferì a Venezia (a San Barnaba) da Sant’Angelo di Piove, con la produzione di pasta alimentare iniziata dal padre Zaggia Antonio. Aumentando il lavoro, e con la previsione di un ulteriore sviluppo, Michele acquistò l’ex fabbrica del ghiaccio Tanner, alla Giudecca (civ. 53), nel 1943 ca. L’edificio, costruito dalla nota impresa Pasqualin & Vienna, venne ristrutturato secondo le esigenze per la produzione di pasta, sotto la direzione tecnica del figlio di Michele, arch. Giancarlo. Venne inoltre cambiata la ragione sociale in Pastificio San Marco, di Michele Zaggia. Purtroppo nella notte tra il 3 e il 4 febbraio 1954 il pastificio venne distrutto dal fuoco, con danni oltre 50 milioni di lire dell’epoca. Dopo una breve interruzione del lavoro per consentire la ricostruzione, il pastificio riprese la produzione con nuove macchine, acquisendo anche parte del mercato della ex Stucky. L’attività cessò definitivamente, a causa dei costi elevati dei trasporti, così come la “dinastia” Zaggia, produttori di pasta dalla fine dell’Ottocento fino agli anni sessanta del Novecento.

Successivamente all’ex Pastificio San Marco venne cambiata la destinazione d’uso in abitazioni per 32 nuovi alloggi. (1)

(1) FRANCESCO BASALDELLA. Fabbriche e cantieri alla Giudecca. (non pubblicato)

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin e foto da Fabbriche e cantieri alla Giudecca. (non pubblicato) di FRANCESCO BASALDELLA.. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.