Officina meccanica e fonderia della Ditta De Marco Gasparini, Calle de le Capucine, nel Sestiere di Castello

0
553
Ex sede dell'Officina meccanica e fonderia della ditta De Marco Gasparini, Fondamente Nuove - Sestiere di Castello

Officina meccanica e fonderia della Ditta De Marco Gasparini, Calle de le Capucine, nel Sestiere di Castello

Il complesso è situato in una zona delle “Fondamenta Nuove” che fino a circa un secolo e mezzo fa era stato tradizionalmente occupata da importanti depositi di legname. Verso il 1880 vi si installò l’officina meccanica e fonderia della ditta De Marco – Gasparini che si occupava soprattutto dell’assistenza tecnica ai bastimenti della “Compagnia Generale Italiana Florio e Rubatino”. Nel 1887 vi trovavano lavoro 85 operai.

L’attività andò in crisi nel 1894 quando la “Florio Rubattino” cessò di avvalersi della De Marco – Gasperini proprio nel momento in cui il titolare fu colpito da grave malattia. L’attività venne rilevata dalla “Vianello-Moro, Sartori & C.” (Stabilimento meccanico marittimo e fonderia) che fece fortuna costruendo per la “Società Veneta di Navigazione a Vapore Lagunare”, (successivamente municipalizzata, dette origine all’ACNIL e quindi all’ACTV), una serie di battelli, precursori degli attuali vaporetti, che ottenne un notevole successo. L’opificio esteso in totale su 6000 mq di cui 4500 coperti e con i suoi 300 operai divenne, nel suo genere, uno dei più importanti di Venezia. Esiste una bella serie di fotografie dell’epoca, che dà una indicazione della attrezzattura dello stabilimento e della vasta gamma di prodotti che in esso si producevano.

Dopo la grande guerra esso fu chiuso e lottizzato; una parte di esso fu acquistata e ristrutturata come deposito della “Birra Dreher”. Nel 1929 la parte rimanente del complesso venne acquisito ed occupato dalla Società Canottieri Francesco Querini. (1)

(1) Francesco Querini. L’uomo e la storia. La società canottieri nel centenario di Fondazione.

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.