Rio de San Marcuola, nel Sestiere di Cannaregio

0
83
Rio de San Marcuola, dal Ponte Storto - Cannaregio

Rio de San Marcuola, nel Sestiere di Cannaregio

Un documento dell’aprile 1069 nomina il rivo Sancti Hermacore de Luprio e attesta l’antica presenza del rio e della vicina chiesa parrocchiale dedicata ai Santi Ermagora e Fortunato, il cui culto si diffuse a Venezia dopo il ritrovamento a Grado delle reliquie dei due martiri. Rinnovata da Giorgio Massari nel XVIII secolo, la chiesa conserva al suo interno Ultima cena del Tintoretto, realizzata nel 1547. Un violento incendio devastò nell’inverno 1789 la contrada di San Marcuola. L’evento è documentato dal dipinto di Francesco Guardi (L’incendio di San Marcuola, 1789, particolare a destra) che ne fu testimone oculare. (1)

Viene attraversato dai seguenti ponti:

Sulle sue rive si affacciano:

  • Rio Terà de la Madalena
  • Fondamenta Colombina
  • Rio Terà drio la Chiesa
  • Sotoportego del Pegoloto
  • Calle de l’Anconeta

(1) https://github.com/mitchellwills/

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.