Fabbrica chimica Weber Giovanni Davide, poi Zecchini Giovanni Maria, nell’Isola della Giudecca

0
234
Fabbrica chimica Weber Giovanni Davide, poi Zecchini, in Fondamenta de le Convertite, nell'Isola della Giudecca

Fabbrica chimica Weber Giovanni Davide, poi Zecchini Giovanni Maria, nell’Isola della Giudecca

La fabbrica, in Fondamenta de le Convertite (civ. 691), produceva il cremor di tartaro (lievitante naturale), la lacca rossa (colorante), e anche il sangue di drago (resina rossa), artificialmente preparato con sostanze indigene che serviva all’arte tintoria ed alla pittura. Nel 1854 la fabbrica era la sola nel Veneto a produrre questi prodotti. Alla morte di Giovanni Davide, nel 1849, successe il nipote A. Weber, che continuò la produzione dello zio.

La fabbrica venne poi rilevata da Giovanni Maria Zecchini, che iniziò la produzione anche del precitato rosso e del sublimato corrosivo (usato in medicina). A Giovanni Maria successe Andriana Zecchini Polo, e con la morte di quest’ultima, l’attività cessò definitivamente. (1)

(1) FRANCESCO BASALDELLA. Fabbriche e cantieri alla Giudecca. (non pubblicato)

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.