La chiave di volta e i gocciolatoi del Palazzo Morosini a Sant’Agostin, nel Sestiere di San Polo

0
383
Palazzo Morosini a Sant'Agostin. Sestiere di San Polo

La chiave di volta e i gocciolatoi del Palazzo Morosini a Sant’Agostin, nel Sestiere di San Polo

Il Palazzo Morosini prospetta sul Campiello di Sant’Agostino, dove una volta si affaciava anche l’ingresso principale della Chiesa di Sant’Agostino, demolita nel 1873 per far posto a delle case popolari. 

Alla famiglia Morosini apparteneva quel Domenico Morosini della contrada di Sant’Agostino che nel 1204, al termine della Quarta Crociata, in seguito al saccheggio della città di Costantinopoli da parte dei crociati, portò a Venezia uno dei quattro cavalli che stavano nell’ippodromo di quella città.

Lo storico Marin Sanudo, nella Vita del doge Enrico Dandolo, ci fa sapere che “uno de’ quali cavalli era sulla galera di ser Domenico Morosini sopracomito, e per sinistro si ruppe un piede di dietro. E giunti a Venezia e scaricati, furono posti sopra la chiesa di san Marco, sopra la porta dove sono al presente. E questo fu del ….. Ma il detto ser Domenico, Morosini volle tenere per memoria quel piede. Onde la Signorią ne fece fare un altro e aggiungerlo al cavallo, come al presente appare. Ed io ho veduto il detto piede sopra un modione su di una casa a sant’Agostino, ch’era di ser Alessandro Contarini quondan ser Carlo, il quale maritò una figliuola unica in ser Marco Tiepolo da santo Apostolo. Il quale, fabbricata la casa a santo Apostolo, fece togliere il detto piede da sant’Agostino e lo mise nella della sua casa sopra un modione di fuori a un cantone. Ma poi fu levato via, non so la cagione, e al presente il detto piede é …. “, e il cronista s’interrompe e non dice di più. (1)

Sulla facciata del palazzo Morosini, prospicienti il Rio e il Campiello de Sant’Agostin, è presente una chiave di volta sull’arco del portale d’acqua con testa di giovane donna, e diciotto  gocciolatoi sotto i davanzali del primo e del secondo piano con piccole teste di donne e di uomini baffuti.

(1)  Giuseppe Cappelletti. Storia della repubblica di Venezia. Volume Primo.  Venezia 1850

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.