La Medusa, una figura mitologica greca, su una chiave di volta delle Procuratie Nuove

0
307
La Medusa. Chiave di volta su un arco della Procuratie Nuove.

La Medusa, una figura mitologica greca, su una chiave di volta delle Procuratie Nuove

La Medusa era una delle Gorgoni (*), Nettuno la violò nel tempio di Minerva, e questa dea irritata da un tale sacrilegio, cambiò in serpenti i capelli di Medusa, che prima erano d’oro, e diede loro la virtù di cambiare in pietra tutti coloro che la guardassero. Perseo munito dei calzari di Mercurio tagliò la testa a Medusa, dal cui sangue nacque il corallo e il cavallo Pegaso, che con un calcio fece zampillare la fontana d’Ippocrene. (1)

(*) Gorgoni. Figlie di Forchi, dio marino, e Cheto. I loro nomi erano Medusa, Furiale e Steno. Dimoravano vicino al giardino delle Esperidi, e potevano trasformare in pietra coloro che le guardavano. Avevano grandi ali, unghie di leone, denti simili a zanne di cinghiale, e capigliatura di serpenti, e un occhio fra tutte e tre, di cui se ne servivano un po’ per una a vicenda. Siccome devastavano le campagne e insidiavano i viandanti, Perseo le uccise.

(1) Giuseppe Ronchetti. Il Dizionario Illustrato dei Simboli. Ulrico Hoepli Editore Milano 1922

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.