Palazzo Correr in Riva di Biasio

0
572
Riva di Biasio - Santa Croce. Luogo dove si ergeva il Palazzo Correr

Palazzo Correr in Riva di Biasio

si riscontrava all’estremità di questa Riva, verso San Simeone Profeta. Nel secolo decorso soleva ospitare gli ambasciatori Cesarei. Fu qui che nel 1743 diede compimento alla propria legazione il principe Pio, personaggio assai caro all’imperatore Carlo VI. Egli fece decorare l’altar maggiore della chiesa di San Simeone Profeta con due angeli, opera dello scultore Antonio Gai, e fu qui che abitò pure l’altro ambasciatore Antonio Turinetti di Priè, sotto il quale il palazzo venne colto da una saetta il 26 maggio 1732. Più tardi esso
venne totalmente distrutto, e ridotto a magazzini. (1)

(1) GIUSEPPE TASSINI. Edifici di Venezia. Distrutti o vòlti ad uso diverso da quello a cui furono in origine destinati. (Reale Tipografia Giovanni Cecchini. Venezia 1885).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.