“El leon” di Ca’ Venier dei Leoni

0
414
Ca' Venier dei Leoni, sede della Collezione Peggy Guggenheim. Sestiere di Dorsoduro

“El leon” di Ca’ Venier dei Leoni

Ricorda Francesco Zorzi Muazzo, nobile veneziano sensibile, spregiudicato e sfortunato, nella sua “Raccolta de’ proverbi, detti, sentenze, parole e frasi veneziane”, che verso il 1769/1770 si stava ancora costruendo il palazzo Venier, a San Vio, di Leonardo Venier e di suo zio il Procuratore di San Marco Gerolamo Venier. Il palazzo lo si costruiva in forza di un legato testamentario, e i successori lo iniziarono per non perdere l’asse ereditario, ma non avevano nessuno volontà di finirlo, e lo lasciarono incompiuto.

In mezzo al giardino di questo palazzo si trovava un “spezie de casotto in grando de tola, coverto da coppi, con tre ferriae attorno fatte a posta“, dove si trova un maestoso leone, che sembrava il ritratto del più tipico dei leoni, nella bellezza, nella grandezza e nelle proporzioni. Con il leone si trovava un cane “barbin” che gli faceva compagnia notte e giorno, i proprietari avevano cercato di separarlo dal leone, ma questo diventava tanto triste che sembrava piangesse dal dispiacere. Il suo mangiare era carne cruda di castrato, aveva un custode, il quale entrava liberamente nel “casotto” per governarlo.

Conclude il Muazzo il suo breve resoconto scrivendo che, in quel tempo, esisteva un altro leone in un casotto in Piazza San Marco, e che i suoi guardiani lo facevano ballare e dare baci, ma era un leone vecchio e non aveva nulla a che vedere con quello maestoso di Ca’ Venier, palazzo conosciuto poi come Ca’ Venier dei Leoni. (1)

(1) Francesco Zorzi Muazzo. Raccolta de’ proverbi, detti, sentenze, parole e frasi veneziane, arricchita di alcuni esempii ed istorielle. Fondazione Giorgio Cini, Regione del Veneto, Angelo Colla Editore

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.