La Madonna del Parto, nella Chiesa di Santa Maria Formosa

0
128
Madona del Parto. Cappella di San Giuseppe, dei Casselleri, dei Grimani e della Madonna del Parto. Chiesa di Santa Maria Formosa

La Madonna del Parto, nella Chiesa di Santa Maria Formosa

La Scuola dei Casselleri, fabbricanti di casse, cassoni nunziali e casseforti, aveva il proprio altare di devozione presso la chiesa di Santa Maria Formosa, nella cappella dedicata a San Giuseppe. Nel secolo XVI avevano dei diritti su questa cappella anche i Grimani, e Antonio Grimani, vescovo di Torcello, la faceva ricostruire con ricchezza e con grazia.

Nel 1612, lo stesso vescovo, fece trasportare nella cappella la sacra immagine della Madonna del Parto, che stava in un tabernacolo (capiteło) ai piedi del Ponte del Borgoloco, in prossimità del Campo di Santa Maria Formosa. Una targa, posta vicino al tabernacolo tuttora esistente, ne ricorda l’evento.

La Vergine, così onorevolmente disposta, continuò a risplendere per molti e cospicui miracoli, fatti esaminare dal patriarca di Venezia Francesco Vendramino. (1)

La Chiesa

Moro Lombardo riedificò il tempio (1492 ), che fu poi rinnovato, sullo stile sansovinesco, verso la fine del secolo XVII, a cagione dei gravissimi danni patiti dall’orribile terremoto del 17 aprile 1688. Sulla porta della facciata, verso il rio di Santa Maria Formosa, si vede l’urna e la statua (opera di Domenico da Salò) del capitano generale Vincenzo Cappello, che morì nel 1541 dopo avere valorosamente combattuto contro i Turchi. Nella maggior cappella, rinnovata del tutto, nel secolo XVI, sopra disegno di Francesco Smeraldi detto Fracà, sono particolarmente da osservarsi il bellissimo altare in pietra viva, con sei colonne di marmo finissimo, ed il sontuoso tabernacolo. Il tempio contiene pitture dei Palma, di Bartolomeo Vivarini e di Leandro Bassano. (2)

(1) ConoscereVenezia

(2) Eugenio Musatti. I Monumenti di Venezia. Ferdinando Ongania 1893

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.