La vetrata nel braccio destro del transetto della Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo

0
469
Braccio di destra del transetto della Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo. Sestiere di Castello

La vetrata nel braccio destro del transetto della Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo

La vetrata nel braccio destro del transetto della Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo è il frutto di un processo artistico durato a lungo, e dovuto a diversi artisti ideatori e maestri esecutori, l’aspetto ideativo iniziale si lega all’opera di Bartolomeo Vivarini e del nipote Alvise, quello esecutivo dovuto ai pittori di vetrate Girolamo Mocetto e Giovanni Antonio Licinio da Lodi.

Mentre dunque a concludere l’impresa iniziata a partire dall’alto verso il 1490 fu di ostacolo la crisi economica e politica di uno Stato minacciato nella stessa sua sopravvivenza dal 1507 al 1511, solo dopo quest’ultima data dovette essere completato il registro inferiore della vetrata sulla quale si legge a sinistra una tabella che reca la firma di Girolamo Mocetto. Si tratta di una figura di artista eclettico e sfuggente. Egli appartiene a una famiglia di maestri vetrai operosi a Murano nell’arco di tutto il Quattrocento, ma è anche diligente pittore, frescante e incisore su rame. (1)

In questa vetrata si vede nell’alto l’Eterno Padre, avente ai lati il sole e la luna, sotto di esso si scorge l’Arcangelo Gabriele che annuncia alla Vergine il grande Mistero, ed i Profeti Isaia, e Davide. Segue, in mezzo a bellissimi porticali, Maria con il Divin Bambino fra le braccia, il Precursore, e gli Apostoli Pietro e Paolo. A questi succedono gli emblemi degli Evangelisti, e poi i quattro principali Dottori della Chiesa: Gregorio, Ambrogio, Girolamo ed Agostino. Si vedono dopo i santi Domenico, Jacopo Salomone, Pietro Martire, e Tomaso l’Angelico; e finalmente San Gregorio, due santi guerrieri, e San Teodoro. (2)

(1) http://www.graziussi.com/vetrate.html

(2) Le chiese di Venezia descritte ed illustrate da Giambattista Soravia – Vol I – Per Francesco Andreola Venezia 1822

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.