Indice dei traghetti esistenti a Venezia alla caduta della Repubblica nel 1797

0
227

Qualsiasi transito acqueo tra isola e isola, o fra isola e terraferma, era chiamato traghetto, con la parola traghetto s’identificava il luogo ove il traghettamento aveva inizio e fine, l’imbarcazione destinata al servizio e il luogo, chiamato stazio, e dove venivano ormeggiate le imbarcazioni usate l’attraversamento.

Il traghetto veniva gestito dalle fraglie che erano compagnie o associazioni di barcaioli che prestavano servizio stabilmente su quel transito, e che regolavano la loro attività professionale tramite le mariegole, che raccoglievano le leggi e le disposizioni che ogni appartenemnte al traghetto doveva osservare.

La proliferazione delle compagnie determinò una specializzazione tra loro, i traghetti si distinguevano quindi in de dentro e de fora o da viazo. I traghetti da dentro avevano la funzione di trasporto di passeggeri o cose all’interno della città, i quali si dividevano a loro volta in traghetti da paràda o da soldo che trasportavano le persone tra due punti di un canale e traghetti da nolo o da noleggio. I traghetti de fora o da viazo che avevano la funzione di trasportare persone e cose dell’entroterra veneto. (1)

(1) TRAGHETTI VENEZIANI di Guglielmo Zanelli Cicero Editore (2004)

Fondamenta del Traghetto a San Felice – Cannaregio

TRAGHETTI “DE DENTRO” (INTERNI ALLA CITTA’)

Traghetti “principalmente da paràda” sul Canal Grande

Traghetti principalmente da “da paràda” sul Canal della Giudecca

Traghetti principalmente “da paràda” in altre zone della città

Traghetti principalmente “da nolo”

Traghetto di San Canzian

TRAGHETTI “DE FORA” (PER L’ESTERNO DELLA CITTA’)

Traghetti che ordinariamente conducono fuori della città.

  • Riva degli Schiavoni: Caorle
  • Cannaregio: Mestre e Marghera (ogni ora)
  • Dogana de Mar: Verona, Pavia
  • Fondamenta Lizza Fusina, va a Fusina
  • Misericordia: Treviso
  • Rialto, Erberia: Vicenza
  • Rialto, Fabbriche Nove: Musestre, Casale, Meolo, Fornace
  • Rialto, Fontego Farina: Strà
  • Rialto, Pasina: Modena
  • Rialto, Prigioni: Portogruaro
  • Rialto, Riva de l’Oglio: Padova San Giovanni, Padova Portello, Este
  • Rialto, Riva del Carbon: Ferrara, Bologna
  • Rialto, Riva del Ferro: Pordenone, Portobuffolè
  • Rialto, Riva del Vin: Marano
  • Riva degli Schiavoni: Trieste, Capodistria, Pirano, Spalato, Zara, Fiume, Istria e Dalmazia
  • San Girolamo: Campalto
  • San Marco, Pescaria: Loreo, Cavarzere, Adria, Rovigo
  • San Marco, Colonne: Poveglia, Malamocco, Pellestrina, Chioggia, Lendinara, Rimini, Senigallia, Romagna tutta, Ancona
  • San Marco, Prigioni: Latisana, Marano, Cervignano, Palmanova, Brazza, Lesina
  • San Canzian: Murano
  • San Pantalon: Mira
  • San Stae: Mirano
  • San Trovaso: Mirano, Dolo, Strà, Piove di Sacco
  • Sant’Angelo: Mantova
  • Santi Giovanni e Paolo: Casale, Fornace, Meolo, Fossetta

Fonti principali: VIAGGI di P.Vincenzo Maria Coronelli (1697). TRAGHETTI VENEZIANI di Guglielmo Zanelli Cicero Editore (2004).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.