Associazione Remiera Voga e Para. Cantiere e sede in Via San Mauro, nell’Isola di Burano

0
80
Cantiere e sede dell'Associazione Remiera Voga e Para. Isola di Burano

Associazione Remiera Voga e Para. Cantiere e sede in Via San Mauro, nell’Isola di Burano

Un anno dopo la Vogalonga, nel settembre del 1976 un gruppetto di buranelli amanti della natura, decisero di organizzare una nuova manifestazione remiera un po’ diversa dalla prima: “una vogada per le isole sconosciute a molti della Laguna Nord, non solo per i canali, ma tra le barene, dove i fondali possono non essere percorsi facilmente perchè bassi, in cui bisogna vogare e parare con il remo”.

Ebbe subito una grande partecipazione: nel 1976 con 190 vogatori e 80 imbarcazioni di tutti i tipi (sandoli, batelle, caorline da seraggia) e negli anni 1977-78-79 con 200 imbarcazioni venute da diverse parti del litorale per esplorare le nostre bellezze; con percorsi da Burano, San Francesco del Deserto, Isola Crevan, Treporti, le Saline, Santa Cristina, la Cura, S.Arian, Monte dell’Oro, Torcello e Mazzorbo.

L’entusiasmo ed il successo di questa manifestazione non poteva sfuggire ai regatanti buranelli che subito si avvicinarono a questo gruppo dando origine alla Vogaepara (è da questo tipo di manifestazione che deriva il nome dell’Associazione), così, il 1 dicembre 1979 con la sottoscrizione di 47 soci fondatori venne ufficialmente costituita l’Associazione Vogaepara di Burano, di attività sportiva remiera e di ricerca culturale della Laguna Veneta, i cui colori sociali erano il verde e il giallo.

L’Associazione prendeva il via con più di cento soci, da subito si sentì la necessità di un cantiere per il rimessaggio delle barche. Dopo tre anni dalla sua fondazione, le pressanti richieste alle autorità per un posto di ricovero del materiale, restarono lettera morta. Si formalizzarono varie richieste agli Assessori, ai Presidenti di Quartiere, al Magistrato alle Acque ed altri, finché la Giunta Comunale di Venezia, nella seduta del 7 Febbraio 1984, concesse l’uso dell’ex pescheria alla Giudecca di Burano, area inutilizzata da decenni.

Nel settembre del 1999, il Comune di Venezia perfezionò l’acquisto del Cantiere Bovo, su proposta dell’Assessore al Patrimonio, ebbero così fine vent’anni di sistemazione precaria. Nel dicembre del 2001 venne inaugurata la nuova sede sociale. (1)

(1) https://www.vogaepara.it/la-nostra-storia/

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.