Ponte privato, sul Rio de San Stae o de Cà Mocenigo

0
332
Ponte privato sul Rio de San Stae o de Cà Mocenigo (porta ad un albergo) - Santa Croce

Ponte privato, sul Rio de San Stae o de Cà Mocenigo. Fondamenta Rimpetto Cà Mocenigo.

Ponte in pietra; struttura in mattoni e pietre, balaustre in mattoni intonacati.

MOCENIGO (Fondamenta rimpetto) a Sant’Eustachio. Porta questo nome perché guarda la parte posteriore del grandioso palazzo Mocenigo. Si accordano tutti gli scrittori nell’attribuire nobilissimi principi ai Mocenigo, originari di Milano.

Dicono che un Benedetto Mocenigo, partendosi da quest’ultima città in tempi antichi, edificò il castello di Musestre sul fiume Sile, e quindi, tradottosi a Venezia, fu ricevuto fra i patrizi, e mandato alla difesa dell’Istria con generale comando.

Un Tommaso Mocenigo, essendo nel 1395 capitano contro i Turchi, gli sconfisse, e nel 1413 ebbe in premio delle sue benemerenze il corno ducale. Un Pietro, nipote di Tommaso, anch’egli capitano contro i Turchi, distrusse Smirne; devastò le riviere dell’Asia e della Grecia, facendo ricco bottino; quindi nel 1472 scacciò gli infedeli dalla Caramania, ed espugnò varie città; finalmente passò in Cipro per dare aiuto alla regina Catterina Corner, dopo le quali imprese si vide eletto doge nel 1474. Doge fu pure nel 1570 Alvise Mocenigo, sotto cui i Veneziani riportarono la famosa vittoria dello Curzolari.

Dalla sua linea uscì quell’altro Alvise, che nel 1647 batté gli Ottomani nel porto di Scio, poscia nel 1648, creato capitano generale, e Procuratore di San Marco, sostenne per due anni la difesa di Candia, donde costrinse gli inimici a ritirarsi. Nel 1651 tornò a battere i Turchi, e diede novelle prove di valore nel 1652, ma, caduto infermo, morì in Candia nel 1654. Quest’eroe, il quale ha un magnifico mausoleo nella chiesa dei Mendicanti, venne compianto non solo dai suoi, ma anche dagli avversari, che, al momento dei funerali, pavesarono di nero i loro navigli, ed in segno di lutto strascinarono le bandiere per le onde. Emuli del valore di Alvise si mostrarono posteriormente Lazzaro, figliuolo di Giovanni, ed Alvise III, che salì al principato della sua patria nel 1700.

Altri tre dogi, ed altri valorosi guerrieri vanta la famiglia Mocenigo, per cui bene a ragione Vettore Benzon cantò nella sua nella : Nome famoso e conto ovunque il sangue / Per la patria versato onor riceve / Mocenigo! Risuona in questo il nome / di molti prodi .. (1)

(1) GIUSEPPE TASSINI. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.