L’allegoria della Prudenza, bassorilievo su una lesena del Palazzo Vendramin, a Santa Fosca

0
320
L'allegoria della Prudenza, su una lesena del Palazzo Vendramin a Santa Fosca

L’allegoria della Prudenza, bassorilievo su una lesena del Palazzo Vendramin, a Santa Fosca

La Prudenza, deità allegorica, viene sovente rappresentata con in mano uno specchio circondato da un serpente, oppure in figura di donna giovane ornata di diadema e che si mira in uno specchio in cui si riflette il suo viso, ma vecchio. Porta le ali, e accanto le stanno due puttini che contano delle monete.  

A volte è rappresentata anche come una Gru, che porta un sasso. Si dice che questi uccelli durante il volo portino con se una piccola pietra, per sapere se passano sopra l’acqua o sopra la terra; e a questo scopo lasciano cadere la pietra, dal cui rumore sanno regolarsi se devono fermarsi o volare oltre. Altri vogliono però che le gru, prima di prendere il volo, prendono fra le zampe una pietra per sostegno e contrappeso del loro corpo, perchè quando soffia il vento, volando, sono sbattute come nave dall’onda.

Dovendo l’uomo prudente conoscere le cose passate e prevedere il futuro, così Giano bifronte fu da molti preso come simbolo della Prudenza e la solerzia dei re. Il medesimo significato avrebbe una figura con tre teste, cioè di cane, di leone e di volpe; la prima rappresenterebbe la memoria, la seconda le cose presenti e la terza quelle future. (1) Le tre facoltà intellettuali necessarie alla Prudenza sono messe anche in correlazione con la vecchiaia, la maturità e la giovinezza come nel quandro l’Allegoria della Prudenza di Tiziano raffigurante tre teste umane, un vecchio, un uomo maturo ed un giovane.

Bassorilievi con l’Allegoria della Prudenza si possono vedere a Venezia su una lesena del Palazzo Vendramin a Santa Fosca e sotto l’altorilievo dell'”Uomo Peloso” infisso su una facciata del Palazzo Bembo in Campiello de Santa Maria Nova.

(1) Giuseppe Ronchetti. Il Dizionario Illustrato dei Simboli. Ulrico Hoepli Editore Milano 1922

Dall’alto in basso, da sinistra a destra: l’allegoria della Prudenza sotto l’Uomo Peloso in Campiello de Santa Maria Nova; Palazzo Vendramin a Santa Fosca; l’allegoria della Prudenza del Tiziano; Campiello de Santa Maria Nova; l’allegoria della Prudenza su una lesena del Palazzo Vendramin; Palazzo Vendramin a Santa Fosca

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.