San Cristoforo, bassorilievo sulla facciata verso San Basso, della Basilica di San Marco

0
495
San Cristoforo. Bassolirievo sulla faccia della Basilica di San Marco verso San Basso

San Cristoforo, bassorilievo sulla facciata verso San Basso, della Basilica di San Marco

Sulla facciata della Basilica di San Marco, verso San Basso, domina un bassorilievo con San Cristoforo a figura completa, fascinoso e grandioso, nel consueto ruolo di santo ausiliatore e protettore sia contro i pericoli delle acque sia contro il malocchio, la morte improvvisa, la peste, l’epilessia, le malattie nervose, e gli infausti influssi che si potevano subire nel corso della giornata; per questa ragione lo si scolpiva e lo si dipingeva enorme, secondo leggi di prospettiva devozionale.

Il santo era stato un tempo il brigante pagano Adocimo; convertitosi al cristianesimo, si era dedicato in penitenza dei peccati commessi a fare il traghettatore dei pellegrini sulla riva di un fiume della Licia. In una notte di tempesta gli si presentò un bambino, che gli chiese di passare, nonostante le proibitive condizioni atmosferiche. Riluttante Adocimo finì per acconsentire. In mezzo al guado il bambino divenne così pesante sulle spalle di Adocimo che questi, pur appoggiandosi a un rozzo tronco di palma, corse il rischio di essere travolto dalle acque, ma venne rincuorato dal bambino che gli rivelò di essere Gesù e di portare su di sé il peso del mondo. Appena giunto all’altra riva il bambino gli disse che d’ora in poi lui sarebbe stato chiamato Cristoforo, il portatore di Cristo. Per dargliene la prova lo invitò a piantare nel terreno il tronco di palma apparso il giorno dopo ricoperto di fiori e frutti.

Nel rilievo i due momenti dell’episodio sono unificati; la palma orientale, splendida nel fusto e nel ciuffo dei suoi fiori, sta nelle mani di Cristoforo, mentre Gesù bambino, grosso alla pari di un macigno, siede sicuro sulle sue spalle. Il fiume viene indicato dalle onde appena suggerite, e dai due lucci, pesci tipici di acqua dolce. (1)

(1) Antonio Niero. Simbologia dotta e popolare nella sculture esterne in La Basilica di San Marco arte e simbologia. Edizioni Studium Cattolico Veneziano

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.