La festa per l’elezione di un Capitano Generale

0
342
Gabriele Bella. Consegna del Bastone del Comando al Generale da mar. Pinacoteca Querini Stampalia (foto dalla rete)

La festa per l’elezione di un Capitano Generale

Nella circostanza dell’elezione di qualche Capitano Generale vari patrizi sui peatoni andavano alla di lui casa, e fattolo montare sopra un seggio eminente, lo conducevano a palazzo.

Colà ritrovava il doge con la Signoria, e con altri magistrati, col nunzio pontificio, e con gli esteri ambasciatori, unitamente ai quali, entrava per la porta maggiore della basilica di San Marco, ove, cantata messa, si benedicevano il bastone del comando e la bandiera, che solennemente si innalzava sull’asta. S’inginocchiava quindi il generale innanzi l’altare, riceveva bastone e stendardo dalle mani del doge, e prestava giuramento sul libro degli Evangeli, presentatogli dal Cancelliere Grande.

Al termine della funzione, tutti uscivano in Piazza in mezzo alle file di soldati, e fra il suono delle campane, delle trombe, e dei tamburi, succedeva l’accompagnamento del generale fino alla di lui galera, se era marittimo, e fino al peatone, che doveva ricondurlo alla di lui abitazione, se era terrestre. Il generale marittimo dava poi molte volte in Piazzetta di San Marco, con grandissima pompa, un altro spettacolo, che era quello di mettere a banco, cioè porre ad incanto, le galere.

Magnificamente allora si addobbava l’esterno del Palazzo Ducale e dell’antica Libreria, e si faceva mostra di molto oro coniato, e di una o più catene di verghe d’oro, nè mancavano comparse di soldati, e musicali concerti. (1)

(1) Giuseppe Tassini. Feste, spettacoli, divertimenti e piaceri degli antichi veneziani. Venezia. Stabilimento Tipografico Fontana. 1891

FOTO: dalla rete. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.