Ponte de l’Anatomia sul Rio de Sant’Agostin

0
1065
Ponte de l'Anatomia sul Rio de Sant'Agostin - Santa Croce

Ponte de l’Anatomia sul Rio de Sant’Agostin. Corte de l’Anatomia o Fiorenzuola – Campo San Giacomo da l’Orio già Ramo de la Vida

Ponte in pietra; struttura in mattoni e pietre, pietre a diamante sull’arco con uno probabile stemma scalpellato, balaustre in mattoni intonacati. Restaurato nel 2003.

Sottoportico dell’ Anatomia o Fiorenzuola. Bugigattolo, che mette alla corte così denominata; trascorsa la quale si trova altro sottoportico con riva conducente al ponte che ha i nomi suddetti.

Calle e Ramo della Vida, avente pubblica riva. L’isolato fabbricato, posto in campo, a mezzodì della chiesa, denominato l’ Anatomia, dove si anatomizzavano i cadaveri. L’uso in Venezia di anatomizzare i cadaveri cominciò fin dal 1368, nel qual anno si trova una legge (causa la pestilenza) che ordina di far l’anotomia per un dato tempo ogni anno. È ignoto quando in questo luogo la si cominciasse a tenere. Sappiamo però che le operazioni si eseguivano sotto la vigilanza del collegio dei medici, il quale istituito (da quanto opina il Gallicciolli) circa il tempo in cui si promulgò la detta legge, chiamavasi Collegium artium liberalium, sive Artistarum, et Physicorum. (1)

(1) BERNARDO e GAETANO COMBATTI. Nuova planimetria della città di Venezia. (VENEZIA, 1846 Coi tipi di Pietro Naratovich).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.