Il ritratto di Biagio il pescatore, inciso su una colonna di Palazzo Loredan, nel Sestiere di San Marco

0
214
Il ritratto di Biagio pescatore, inciso sulle colonne di Palazzo Farsetti, Sestiere di San Marco

Il ritratto di Biagio il pescatore, inciso su una colonna di Palazzo Loredan, nel Sestiere di San Marco

Sulle colonne dell’atrio di Palazzo Loredan sono incisi diversi ritratti di uomini a mezzo busto, e uno a figura intera con la pipa in bocca, apparentemente senza braccia. Su questa figura, identificata come un non meglio precisato Biagio il pescatore, è sorta una leggenda.

Se ne stava Biagio a fumare la sua pipa davanti al palazzo Loredan, quando un giorno avvenne qualcosa di straordinario; mentre una gondola passava davanti a lui sul Canal Grande, le acque si aprirono e la barca rimase come sospesa nel vuoto, due enormi braccia nere avvolsero la gondola, e un’enorme testa da diavolo con due corni sbucò fuori dall’acqua. Biagio si accorse solo allora che nella gondola c’erano due bambine, aprì le braccia urlando al diavolo di lasciarle andare. Il diavolo rispose che le avrebbe lasciate solo se lui fosse stato in grado di abbracciare tutto il mondo. Allora come per incanto, ma sicuramente per beneficio del Signore, le braccia di Biagio si staccarono e volarono in aria ad abbracciare il mondo, solo allora il diavolo lasciò le bambine e scomparve tra le acqua del canale. (1)

(1) Più fonti

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.