Pozzo dell’Ospizio di Santa Maria della Pietà (primo giardino)

0
622
Pozzo dell'Ospizio di Santa Maria della Pietà (primo giardino) in Calle de la Pietà - Castello

Pozzo dell’Ospizio di Santa Maria della Pietà (primo giardino)

Vera: in pietra d’Istria di forma cilindrica con una cornice quadrata con quattro archi ai lati e quattro vele o unghie agli angoli, nei quattro lati è scolpita una rosetta. La struttura in ferro regge la carrucola. Base: quadrata. Copertura: lastra metallica piana.

Ospizio della Pietà. Questo ospizio era destinato a raccogliere, nutrire, ed educare i figli esposti, perciò chiamato della Pietà. In origine, il pio istituto venne fondato nel 1340 dal Francescano Pietro d’Assisi, presso il Campo di San Francesco della Vigna, poi largamente dotato dalla pia matrona Lucrezia Dolfin, e da altri benefattori, fu trasferito in questa parrocchia lungo la Riva degli Schiavoni. La Repubblica Veneta, presa la maggior cura di questo ospizio, se ne fece immediata tutrice, il Doge ne assunse il patronato, e ogni anno lo visitava nella Domenica delle Palme. Ricoverava i fanciulli d’ambo i sessi presentati al suo torno, le femmine in esso raccolte solevano essere istituite anche nella musica strumentale, e vocale, nella quale arte, una volta, alcune giungevano all’apice. L’annesso oratorio venne ricostruito nell’anno 1745, regnante il Doge Pietro Grimani, e gli fu data la forma che meglio convenne agli esercizi filarmonici delle ricoverate. (1)

(1) Antonio Quadri. Descrizione topografica di Venezia e delle adiacenti lagune. (Venezia, 1844)

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.