Cappella di San Marco

0
520
Cappella di San Marco e San Francesco - Castello

Cappella di San Marco

Storia della cappella

Alla metà del secolo XIII si stabilì il perfetto possesso del sacro luogo di San Francesco della Vigna da parte dei frati francescani, che vissero per lungo tempo in numero di sei sacerdoti, e due laici con quelle elemosine, che loro continuavano a somministrare i commissari del Ziani, finchè per l’odore di virtuose loro azioni avendo tratti molti a seco convivere, convenne ampliare di molto il ristretto convento, ed alzar dai fondamenti una chiesa più capace a contenere la frequenza del popolo, che vi concorreva. Fu eretta questa nuova chiesa sul modello di Marino da Pisa, architetto in quei tempi rozzi assai celebre. Fu però conservata l’antica chiesa, che, come porta la tradizione, è quella che tuttavia sussiste nell’orto del monastero, dedicata all’evangelista San Marco, di cui, è fama, che ivi sorpreso da burrasca pernottasse. Ritornando il santo (così scrive nella sua Cronaca Andrea Dandolo doge) da Aquileia, ove aveva piantato l’evangelo, a Roma, giunse alla palude chiamata Rivoalto, ove incalzando il vento, si fermò ad un luogo eminente nella laguna, e rapito in estasi udì dirsi da un angelo: Pace sia con te, o marco, qui riposerà il tuo corpo. Credette l’apostolo, che con ciò gli venisse predetto il naufragio, ma soggiunse l’angelo: Non temer Evangelista di Dio, molto ti resta ancora a patire. Dopo la tua morte qui si fabbricherà una città, ove sarà trasportato il tuo corpo, e tu ne sarai il protettore. A questo racconto del doge Dandolo era prestata sì ferma credenza da tutti universalmente i veneziani, che soleva ogni anno, come lo attesta il Sabellico, portarsi il doge ed il senato a visitare quest’antica chiesa, che si credeva fabbricata nel sito preciso, ove l’angelo apparve all’evangelista. (1)

(1) FLAMINIO CORNER. Notizie storiche delle chiese e monasteri di Venezia, e di Torcello tratte dalle chiese veneziane e torcellane (Padova, Stamperia del Seminario, 1763).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.