Pozzo di Campiello Zen

0
1009
Pozzo di Campiello Zen - Santa Croce

Pozzo di Campiello Zen

Vera: in pietra d’Istria di forma cilindrica con una cornice ottagonale. Su un lato della vera è presente un tondo già contenente un leone marciano ora scalpellato. Base: ottagonale. Copertura: lastra metallica piana.

Campiello Zen. Oriundi di Burano di Nobile condizione, gli Zen erano del Consiglio dell’800, trovandosi descritto nell’istromento (vedi Zane) Renieri Zeno. Quel che erano allora del Consiglio portavano prima tutti per arma la capra nera in campo d’oro; finché un altro Renieri Zeno, essendo Capitanio generale dell’armata pubblica contro Genovesi, ruppe e sconfisse l’armata loro, facendo prigioniero il loro Capitanio di casa Fieschi colle sue insegne. In memoria del fatto, e per gloria della sua famiglia, levò allora per arma tre sbarre azzurre e tre d’argento, che erano l’arma del preso Fieschi. Ma venuto il tempo della pace, negando i Genovesi di acconsentirvi, se il Zeno non deponeva l’assunta arma; e non volendo i Veneziani che egli deponesse per accordo ciò che egli col suo valore si aveva acquistato, restò stabilito che restasse al Zeno l’arma Fieschi, ma con l’aggiunta di una sbarra d’argento di più, come di presente portano i suoi discendenti. Alcuni però portano inquartata la capra, antica insegna della lor famiglia, colle sbarre; e quei che da lui non discendono, benché siano del medesimo sangue, portano ancora la sola capra. Ha avuto finora questa illustre famiglia il 1254 il menzionato Doge Renier. (1)

(1) Libro dei Nobili Veneti ora per la prima volta messo in luce. Tipografia delle Murate. Firenze 1866

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.