Santa Margherita una santa sauroctona, su una facciata della Chiesa di Santa Margherita vulgo Santa Margarita

0
335
Santa Margherita in Campo Santa Margarita

Santa Margherita una santa sauroctona, su una facciata della Chiesa di Santa Margherita vulgo Santa Margarita

Secondo un racconto di Teotimo (che si dichiara testimone dei fatti), Margherita nacque ad Antiochia di Pisida. Figlia di un sacerdote pagano, dopo la morte della madre fu affidata ad una balia, che praticava clandestinamente il cristianesimo durante la persecuzione di Diocleziano, ed allevò la bambina nella sua religione. Quando venne ripresa in casa dal padre, dichiarò la sua fede e fu da lui cacciata, ritornò quindi dalla balia, che l’adottò e le affidò la cura del suo gregge.

Mentre pascolava fu notata dal prefetto Olibrio che tentò di sedurla, ma lei, avendo consacrato la sua verginità a Dio, confessò la sua fede e lo respinse, il prefetto d’Antiochia, fece allora imprigionare Santa Margherita. La giovane mentre si trovava in cella venne visitata dal diavolo sotto forma di un drago, il quale spalancò la bocca per divorarla, allungando la mascella superiore sopra la testa e la lingua sotto i suoi piedi, e la inghiottì intera. Ma prima che venisse digerira Margherita si fece il segno di croce, in questo modo scoppiò il ventre del drago che la lasciò sana e fresca nella prigione, e disparve. Ma ricomparve nuovamente sotto la figura di un uomo, Margherita lo riconobbe, lo afferrò per il collo e non lo lasciò finché non lo vinse (Legenda aurea Jacobi de Voragine).    (1)

Le donne incinte, una volta, si cingevano le reni con una cintura contenente l’immagine di questa santa.

(1) Giuseppe Ronchetti. Il Dizionario Illustrato dei Simboli. Ulrico Hoepli Editore Milano 1922

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.