Corte, Sotoportego e Ramo del Bancheto, nel Sestiere di San Marco

0
383
Corte del Bancheto, nel Sestiere di San Marco

Corte, Sotoportego e Ramo del Bancheto, nel Sestiere di San Marco

È probabile che il nome, di questa corte, dipenda da qualche banchetto, o tavola, dove si vendevano mercanzie, o commestibili, poiché nella Nota degli Abitanti della Contrada di S. Giuliano fatta per commissione pubblica, leggiamo che in Campo della Guerra, ove hanno ingresso lo strade di cui si parla, stanziava Andrea Palazzi banchettier.

In Corte del Banchetto a San Giuliano (vulgo San Zulian), nella casa che portava il civico numero 366, ed ora porta l’anagrafico 506, abitava Giacomo Surian, celebre medico riminese. Sopra il lato di questa casa che guarda la Corte del Forno vedesi tuttora scolpito lo stemma dei Surian, stemma ripetuto anche sulla facciata della casa medesima sul Rio della Guerra, col nome Jacobus Surianus, con quelli di Aristotile e Galeno, e col verso: “Rura, domus, nummi, felix hinc gloria fluxit”. Giacomo Surian nel 1499 fece il suo testamento, in atti Andrea dalla Scala, nella casa medesima, ove pure in quell’anno venne a morte. In tale proposito così scrisse Marin Sanuto nei Diari: 1499. “Adì 9 novembrio morite m.° Jac.° da rimino medico, qual hatia fato caxe con questo verso n.° do, una a S. Zulian, et una a S. Trovaxo, zoè: Rura, domus, numi, felix hinc gloria fluxit. Fo sepulto a S. Stephano in una archa in chiesta, dove etiam è questo verso. Lassò uno fiol dot. medico“. (1)

(1) Giuseppe Tassini. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (Venezia, Tipografia Grimaldo. 1872).

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.