Campiello San Zulian a San Zulian, nel Sestiere di San Marco

0
2279

Campiello San Zulian a San Zulian, nel Sestiere di San Marco

La chiesa di San Giuliano fu edificata verso l’829 da Giovanni Marturio, che, al tempo dell’esilio del doge Giovanni Partecipazio I, reggeva lo stato con Orso vescovo di Castello, e Basilio Trasimondo. Dopo l’incendio del 1105 venne rifabbricata a spese forse della famiglia Balbi.

Si rifabbricò nuovamente nel 1553 sul modello del Sansovino, coadiuvato dal Vittoria. Largì a tal uopo una grossa somma di danaro quel Tommaso Rangone da Ravenna, cavaliere, filologo, e medico insigne, la cui statua, fusa in bronzo dal Vittoria, si scorge seduta sulla porta, essendovi negli intercolunni scolpite duo iscrizioni dettate dallo stesso Tommaso, ebrea l’una, greca l’altra, che dicono pomposamente: aver egli composto molti libri in varia scienza; aver trovato il modo di protrarre l’umana vita oltre ai 120 anni; avere eretto del suo quella fabbrica; avere con la sapienza sua resi illustri i ginnasi di Roma, Bologna, e Padova. (1)

(1) Giuseppe Tassini. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.