Corte del Sabion a San Vio, nel Sestiere di Dorsoduro

0
3489

Corte del Sabion a San Vio, nel Sestiere di Dorsoduro

Ebbe la denominazione da uno spaccio, o deposito di sabbia. Non ce lo lascia dubitare la descrizione della contrada per il 1712, la quale dimostra che in quell’anno in Corte dei Sabion, a San Vito, abitava Dora sabionera in una casa della Commissaria Grimani. Al qual proposito rammenteremo come la commissaria di monsignor Pietro Grimani, Priore d’Ungheria, in concorso con la Scuola di Santa Maria della Misericordia, qui dispensava ventotto case a povere famiglie. Perciò sull’arco della porta si scorga scolpito lo stemma Grimani in unione a quello della scuola suddetta.

Sembra che una uguale circostanza abbia imposto il nome alla corte, od alla Calle del Sabbion a San Salvatore. Un Nicolò dal Sabion, e fratelli fecero passare il 26 gennaio 1554, una casa e bottega situato a San Salvatore in ditta di Adriana, loro madre, come pagamento dotale. (1)

(1) Giuseppe Tassini. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.