I pozzi di Piazza San Marco

0
363
Luogo, segnato da incisioni sui "masegni" e da un'iscrizione, dove sorgeve un pozzo in Piazza San Marco

I pozzi di Piazza San Marco

I nostri padri, che negli usi sociali badavano più al comodo che al decoro, fondarono in epoca differente vari pozzi in Piazza San Marco. Di un pozzo in bocca all’arco che dà ingresso alla Merceria, parla un decreto del 1283. Un documento del 1361 fa fede che in Piazza esisteva allora più di un pozzo.

Nel 1445 ordinava la Signoria che si facesse di pianta un buono e grande pozzo in capo della Piazza. Di due pozzi scavati in Piazza San Marco (ma forse allora semplicemente restaurati) parla il Sanudo nell’anno 1494, quantunque il Malipiero ed il Magno, conservando, la medesima data, limitino la notizia ad un pozzo soltanto.

In epoche posteriori non si parla che del pozzo in fondo della piazza, verso San Geminiano. Sappiamo che nel 1548 era talmente guasto che, non solo non se ne poteva bere l’acqua, perché puzzolente, ma è la causa di far pestifero l’aere con mosoni (moscioni, moscherini) .

Sappiamo inoltre che nel 1588 venne ripulito, la quale operazione fu d’uopo replicare nel 1620 perché era tutto ripieno d’imondite fino alla cima che rendono fetore.

In seguito più non se parla perché, come gli altri sarà andato distrutto.

Due pozzi che esistevano in piazza San Marco, e specialmente dell’ultimo, accennato, si ritrovarono tracce in occasione della recente selciatura della piazza medesima. (1)

(1) G.Nissati (Giuseppe Tassini). Aneddoti Storici Veneziani. 1897

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.