Corte Zorzi a San Gallo, nel Sestiere di San Marco

0
420
Corte Zorzi a San Gallo, nel Sestiere di San Marco

Corte Zorzi a San Gallo, nel Sestiere di San Marco

ZORZI (Corte) a San Gallo. Sino dal 1161 Buonafante, già moglie di Giovanni Foscari, donò al monastero di San Giorgio Maggiore alcune case di legno poste in questa situazione, che in seguito furono fatte di pietra, e fruttavano circa mille ducati di rendita. L’abbate Jacopo Milanese le fece ricostruire nel 1542.

La Descrizione della contrada di San Geminiano per il 1661, parlando di queste case, le chiama: Case delli R.di padri di S. Giorgio Maggiore, parte delle quali sono in campo Rusolo, parte in calle fuori del campo Rusolo, et il rimanente in Corte detta di S. Zorzi. Tuttora sopra l’ingresso della Corte di San Zorzi, nonché sopra una casa di fianco, si scorge scolpito il cavaliere San Giorgio.

Il monastero di San Giorgio Maggiore apparteneva ai seguaci di San Benedetto, e venne fondato da Giovanni Morosini sopra un’isola posta di facciata alla Piazzetta di San Marco, donatagli nel 982 dal doge Tribuno Memmo, la quale anticamente si chiamava isola dei Cipressi pei molti alberi di questa specie, ma poi prese il nome di San Giorgio per una chiesa sacra a questo santo, eretta dai Partecipazi nel 790, e di maggiore per contraddistinguerla dall’ altra isoletta di San Giorgio in Alga. (1)

(1) GIUSEPPE TASSINI. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.