Ponte de la Sacca, sul Rio de la Madona de l’Orto

0
734
Ponte de la Sacca, sul Rio de la Madona de l'Orto - Cannaregio

Ponte de la Sacca, sul Rio de la Madona de l’Orto. Fondamenta Gasparo Contarini – Corte Vechia

Ponte in pietra; struttura in mattoni e pietre, balaustre in mattoni. Su un fianco del ponte, al centro dell’arco, tre stemmi in pietra di Provveditori di Comun.

SACCA (Ponte della) alla Misericordia. Questo ponte, da cui si gode un’incantevole veduta dell’Isola di San Michele e di Murano, ebbe il nome dalla vicina Sacca della Misericordia. Per sacca noi intendiamo un luogo ove l’acqua s’insinua, e forma quasi una rada. Molte di tali sacche avevamo anticamente in Venezia, ma la maggior parte di esse si andò a poco a poco interrando. Tale operazione fu permessa dal Senato con decreto 3 dicembre 1360, e si continuò in tempi posteriori, poiché si legge che anche nel 1675 vennero interrate dodici sacche.

La Sacca della Misericordia, ove tuttora si scorgono le zattere di legname, è così descritta da Nicandro Jasseo:

…. …. …. …. …. stagnat
Planities quadrata undis; pars quarta lacunae
Iungitur, et, latere ex triplici, tecta ardua surgunt.
Orta procul quae ligna vides ac vimine nexa.
In molem congesta gravem, ratis ipsa simulque
Grande onus extiterant; hic solvunt more tributum
Postquam praecipiti superant declivia cursu
Flumina …. …. …. ….

In punta della Sacca della Misericordia esiste il Casino degli Spiriti, così detto a cagione degli arcani rumori, prodotti forse dal vento, che in esso è fama ascoltarsi, oppure a cagione dell’eco, il quale rimanda distintamente dal casino tutte le voci pronunziate all’estremità delle Fondamente Nuove, fenomeno ritenuto altre volte dalla superstizione popolare come un prestigio diabolico. Vuole invece il Zanotto che il casino acquistasse tale denominazione perchè era il ritrovo dei più begli spiriti e talenti del secolo XVI quali l’Aretino, il Tiziano ecc. Non sappiamo donde il Zanotto abbia tratto la surriferita notizia. (1)

(1) GIUSEPPE TASSINI. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.