Rio de Sant’Antonin, nel Sestiere di Castello

0
577
Rio de Sant'Antonin, dal Ponte de la Corte Nova - Castello

Rio de Sant’Antonin, nel Sestiere di Castello

La chiesa di Sant’Antonin, di antica fondazione, è una ricostruzione secentesca su probabile disegno di Baldassare Longhena. Nel 1819 avvenne qui un curioso fatto di cronaca: un elefante fuggito dal suo recinto, situato in riva degli Schiavoni, vi si rifugiò e solo con l’uso di un cannone si riuscì ad evitare che l’animale distruggesse la chiesa; la vicenda ispirò il poeta Buratti che compose l’Elefanteide. Si affaccia sul rio la Scuola di San Giorgio degli Schiavoni; erano così chiamati gli abitanti della costa dalmata, che nel 1451 si riunirono in confraternita e la costruirono a proprie spese. La Scuola è nota per i teleri di Vittore Carpaccio che illustrano la vita dei santi Girolamo, Trifone e Giorgio, protettori del sodalizio. (1)

Viene attraversato dai seguenti ponti:

Sulle sue rive si affacciano:

  • Corte Nova
  • Calle dei Furlani
  • Fondamenta dei Furlani
  • Campo Sant’Antonin
  • Salizada dei Greci
  • Fondamenta San Giovanni dei Schiavoni

(1) https://github.com/mitchellwills/

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.