Ponte dei Carmini, sul Rio de San Provolo o de l’Osmarin, nel Sestiere di Castello

0
3442
Ponte dei Carmini, sul Rio de San Provolo o de l'Osmarin - Castello

Ponte dei Carmini, sul Rio de San Provolo o de l’Osmarin. Calle Rota – Fondamenta de l’Osmarin

Nelle tavole topografiche del Paganuzzi e del Quadri è chiamato Ponte de la Madona del Carmine, e ritrae appunto il nome da un altarino, ove, anche al presente, si venera sotto tal titolo la Madre di Dio. Questo ponte, come ricorda il Dezan, venne eretto per la prima volta nell’anno 1791 circa.

In altri punti della città vi erano, od in gran parte vi sono tuttora, delle immagini devote, dipinte o scolpite nei capitelli o sui muri. Di qua le seguenti denominazioni talora ripetute: Corte e Sotoportego dell’Angelo; Corte e Sotoportego dell’Annunziata, Ponte de Sant’Antonio; Calle del Cristo; Ponte e Rio de S. Cristoforo; Calle de la Madona; Calle del Tragheto de la Madoneta. (1)

(1) Giuseppe Tassini. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.