Rielo dei Furlani a Sant’Antonino (Castello)

0
2127
Rielo dei Furlani. Sestiere di Castello

Rielo dei Furlani a Sant’Antonino (Castello)

FURLANI (Calle, Fondamenta dei) a S. Antonino. Che qui abitassero Friulani, è provato da un decreto del Consiglio dei X 25 settembre 1454, ove si ordina che omnes fachini, bastasii, et omnes furlani, qui morantur in calli furlanorum, debbano darsi in nota presso i Capi dei Sestieri per accorrere, in caso di bisogno, ad ammorzare gli incendi. Arrogi che nel 1514 fra le varie case che Marco Dandolo possedeva in parrocchia di S. Antonino, in Ruga di Furlani, ve ne era una appigionata ad Amadio furlan, un’altra a Pietro furlan, una terza ad Isabeta relita Piero Cavallo furlan, ed una quarta ad Andrea furlan.

Ricorda la Guida del Coronelli (Edizione del 1700) che essi avevano scuola di devozione in chiesa di San Basso sotto il patrocinio di S. Pio I. Questa scuola, che riconosceva per protettori anche i Santi Ermagora e Fortunato, ebbe origine in San Basso il giorno 8 febbraio 1643 M. V., ma verso la metà del secolo seguente si trasportò nella chiesa di San Giovanni del Tempio, volgarmente San Giovanni dei Furlani, ove costrusse la propria tomba con l’iscrizione: Arca Della Scola di S. Pio. MDCCXLVII.

Un avvocato, per nome Michele Crassifida, il quale abitava in questa calle, si lasciò rinchiudere nel secolo decimosettimo, nottetempo, in chiesa della Celestia per usare carnalmente con due monache sorelle. Scoperto il fatto le monache furono punite, e l’avvocato bandito.

Una Corte dei Furlani abbiamo pure a San Barnaba, nella qual parrocchia troviamo decessa il 30 maggio 1587 una Felicita consorte de s. Lunardo Furlan, e domiciliato nel 1713 un Domenego Furlan. Ignoriamo poi se costoro fossero Friulani di patria, oppure appartenessero ad una famiglia così cognominata. (1)

(1) GIUSEPPE TASSINI. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.