Corte de le Carozze a Santa Margarita, nel Sestiere di Dorsoduro

0
2717
Corte de le Carozze a Santa Margarita (Dorsoduro)

Corte de le Carozze a Santa Margarita, nel Sestiere di Dorsoduro

La Descrizione della Contrada di San Samuele pel 1661 pone in Calle delle Carrozze una casa del N. U. Pietro Badoer fu de Sebastian, locata a. m. Visiu carrozzer. Benché in Venezia non ci fosse l’uso delle carrozze, se ne fabbricavano tuttavia per la Terraferma, per cui più di una strada prese il nome da tale industria. Attesta il Sagredo d’aver veduto una stampa dei tempi del Maneschi, rappresentante la piazza dei Frari con una carrozza che vi si stava lavorando.

I Carrozzeri erano uniti ai Selleri, colonnello pur essi dei Tappezzieri e dei Bolzeri (Valigiai). A proposito delle carrozze citiamo il seguente brano della legge 8 ottobre 1562: “Li cocchi, cocchiesse, et carrette non si possino usar con oro, ovver argento in alcuna parte, salvo che netti pomoli, restando del tutto prohibiti li stramazzi, coperte da carretta, collari, coperte da cavalli di seda, o di seda fodrate, ovver ricamate, et medesimamente li pennacchi, et li cocchieri sieno atta medesima condition del suo vestir che sono li famegli de barca … sotto pena a quelli che contrafaranno in questo proposito de cocchi, cocchiesse, et carrette de ducati vinti per cadauna cosa … et cadauna volta che contrafaranno”. (1)

(1) Giuseppe Tassini. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.