La Madonna dei gondolieri, nel tabernacolo (capitèło) al Ponte Cavallo, nel Sestiere di Castello

0
1935
Capitello dei Gondolieri di Ponte Cavallo. Sestiere di Castello

La Madonna dei gondolieri, nel tabernacolo (capitèło) al Ponte Cavallo, nel Sestiere di Castello

Il tabernacolo in pietra d’Istria e calcare rosso di Verona, del tipo ad edicola, è posto sul prospetto del Ponte Cavallo rivolto verso il Campo dei Santi Giovanni e Paolo. All’interno dell’edicola è collocato un bassorilievo raffigurante la Madonna col Bambino. La Vergine coronata, scolpita a mezzo busto, regge il Bambino nudo in piedi che affettuosamente la passa un braccio su una spalla, la circonda due cherubini e delle stelline. Sotto il bassorilievo, tra due gondole con il felze, è inciso l’anno:  “MDCXV”. (1)

Ponte Cavallo. È così detto questo ponte perchè chi ne sale i gradini, andando verso la chiesa dei Santi Giovanni e Paolo, scorge tosto la statua equestre eretta in onore di Bartolomeo Colleoni bergamasco. Fu questi per 21 anni generale dei Veneziani, e venuto a morte (an. 1475) nel suo castello di Malpaga, lasciò erede di gran parte delle sue sostanze la Repubblica con il patto che gli fosse innalzato un monumento in Piazza di San Marco. Ma essendo ciò proibito dagli statuti, si pensò d’innalzarglielo invece nel luogo in cui ora si ammira, cioè in Campo dei Santi Giovanni e Paolo, in faccia alla Scuola Grande di San Marco.

Il suddetto monumento venne modellato da Andrea Verocchio fiorentino, il quale nel 1488 supplicò il Senato nel suo testamento (scoperto nella Riccardiana di Firenze) a permettere che Lorenzo De Credi suo discepolo conducesse a fine il lavoro. Il Senato per lo contrario affidò la fusione del colosso ad Alessandro Leopardo, che lo scoperse al pubblico il 21 marzo 1496, e di suo disegno vi aggiunse il marmoreo piedestallo fiancheggiato da sei colonne corintie, o ricco di magnifici ornamenti. (2)

(1) ConoscereVenezia

(2) Giuseppe Tassini. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. Tipografia Grimaldo Venezia 1872

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.