San Giuliano vulgo San Zulian, bassorilievo in Calle dei Segretari, nel Sestiere di San Marco

0
231
San Giuliano vulgo San Zulian. Bassorilievo in Calle dei Segretari

San Giuliano vulgo San Zulian, bassorilievo in Calle dei Segretari, nel Sestiere di San Marco

Bassorilievo in pietra d’Istria di San Giuliano di Antiochia martire, a figura intera, collocato su una casa di fronte alla Chiesa di San Zulian in Calle dei Segretari. (1)

Giuliano e sua moglie Basilissa vengono ricordati assieme ad altri compagni martiri ad Antinoe. Secondo la «Passio» greca che ne racconta la vita, Basilissa in giovane età viene persuasa dalla sposo a vivere in castità il matrimonio, per il quale lo stesso Giuliano aveva ricevuto pressioni da parte dei genitori contro il suo desiderio segreto di conservare la verginità.

Seguendo l’esempio del marito, alla morte dei genitori Basilissa fonda un monastero. È qui, secondo l’antica agiografia, che si inserisce, nella vita dei due santi sposi, la persecuzione di Diocleziano e Massimiano, fra il secondo e il terzo secolo. Basilissa e le sue compagne muoiono insieme piuttosto misteriosamente, mentre Giuliano è denunciato al governatore Marciano e imprigionato. Morirà anche lui martire assieme a un gruppo di anonimi ai quali va aggiunto di certo il neofita Anastasio, convertito al cristianesimo dallo stesso Giuliano in prigione. Il santo sposo, sembra assieme a venti soldati e sette fratelli, dopo una lunga serie di tormenti, subirà la decapitazione. (2)

(1) ConoscereVenezia

(2) https://www.santiebeati.it/dettaglio/91378

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.