Il Caduceo, il bastone di Mercurio con le ali e i serpenti, nei sottarchi delle Procuratie Nuovissime

0
230
Caducei nei sottarchi delle Procuratie Nuovissime

Il Caduceo, il bastone di Mercurio con le ali e i serpenti, nei sottarchi delle Procuratie Nuovissime

Il Caduceo è costituito da un bastone centrale dotato nella parte superiore di due ali, simboleggianti il primato dell’intelligenza che si pone al di sopra della materia per poterla dominare. Oltre il bastone centrale, è costituito ancora da due rettili, simbolo della polarità del bene e del male, tenuta questa in equilibrio dal Dio che ne controlla la forza. I due rettili attorcigliati in senso inverso fino alla sommità sono posti l’uno di fronte all’altro con le rispettive teste, formano nell’intreccio tre anse. In questo intreccio i serpenti si accoppiano ed il maschio di ascendenza solare, è posto a destra mentre quello femminile, di ascendenza lunare, è posto a sinistra

Il Caduceo è più noto come bastone alato del dio greco Hermes (Mercurio per i Romani). Apollo donò il caduceo in ringraziamento del ritrovamento dei suoi cinquanta buoi (che gli erano stati rubati dallo stesso Hermes) e ne ricevette in cambio la lira. Narra la leggenda che Hermes, il messaggero degli dei, allorquando giunse in Arcadia, gli si posero innanzi due serpenti, che si divoravano a vicenda; allora egli gettò il bastone tra loro e questi si riappacificarono. Da questa leggenda nacque il caduceo come simbolo di pace, ove i due serpenti si guardano frontalmente e non si combattono più perché ancorati entrambi al bastone. (1)

Il calice floreale con due serpenti attorcigliati su un ramo d’alloro, come il caduceo, è un altro simbolo del farmacista e delle farmacie. In questo simbolo il bastone è sostituito dal calice, mentre i serpenti rappresentano, come per il caduceo, la polarità del bene e del male. La tradizione cristiana vuole che il calice sia quello della disputa di Efeso tra San Giovanni Evangelista e un devoto del culto di Diana, che l’aveva sfidato a bere del vino avvelenato. Prima di bere il vino il santo fece il segno della croce sul calice e da questo ne usci fuori il veleno, sotto forma di serpente.

(1) http://www.assofarm.it/documents/caduceo.pdf

Dall’alto in basso, da sinistra a destra: caducei nei sottarchi delle Procuratie Nuovissime; calice floreale bassorilievo presso la Farmacia ai Sei Gigli (San Leonardo); caduceo nei sottarchi delle Procuratie Nuovissime; calice floreale bassorilievo presso la Farmacia ai Sei Gigli (San Leonardo); farmacia ai Sei Gigli a San Leonardo

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.