La festa per l’elezione di un Procuratore di San Marco

0
454
Gabriele Bella. L'ingresso di un Procuratore di San Marco. Pinacoteca Querini Stampalia (foto dalla rete)

La festa per l’elezione di un Procuratore di San Marco

Avvenuta l’elezione di un Procuratore di San Marco questi riceveva dal doge una stola di velluto come insegna della nuova dignità. Dopo alcuni giorni, circondato da altri procuratori, dai parenti, ed amici, si recava ad ascoltar messa nella Chiesa del Santissimo Salvatore, d’onde processionalmente si avviava alla basilica di San Marco, ove assisteva ad un’altra messa, e prestava il giuramento di fedeltà, lasciando al clero l’elemosina d’alcuni zecchini.

Ascendeva quindi in collegio per ringraziare il doge della carica conferitagli, ne aveva conveniente risposta, e riceveva le chiavi della sua procuratia in cui entrava con il proprio corteggio. Il ritorno che faceva in barca alla propria abitazione era rallegrato da spari di artiglieria, e dall’accompagnamento di molte gondole e peote, fornite dai barcaiuoli dei vari traghetti della città.

Quindi avevano luogo per tre giorni solenni festeggiamenti nel di lui palazzo, fra i quali sono celebri nelle cronache quelli fatti nel 1641 per l’elezione di Giovanni Pesaro, che diede un cospicuo banchetto, ed un ballo all’araba usanza, decorato da analoghe vesti, e rappresentante un combattimento barbarico, ordinando a proprie spese una caccia di tori, nonchè una regata.

Contemporaneamente si andavano alternando manifestazioni di gioia nelle contrade ove abitava il novello procuratore, e questi, in tale occasione, dispensava pane, vino, e denaro al popolo, e mandava a regalare quattro pani di zucchero ad ogni nobile del Maggior Consiglio. (1)

(1) Giuseppe Tassini. Feste, spettacoli, divertimenti e piaceri degli antichi veneziani. Venezia. Stabilimento Tipografico Fontana. 1891

FOTO: foto dalla rete. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.