Rio dei Carmini, nel Sestiere di Dorsoduro

0
568
Rio dei Carmini dal Ponte del Soccorso - Dorsoduro

Rio dei Carmini, nel Sestiere di Dorsoduro

I primi frati carmelitani giunsero a Venezia dalla Tracia nel 1125; sullo scorcio del Duecento fondarono in questa zona periferica e tranquilla della città una chiesa (consacrata nel 1348) e un monastero dedicati a Santa Maria Assunta, intitolazione che fu successivamente mutata in Santa Maria del Carmine. Nell’attuale chiesa, ricostruita in forme rinascimentali, si conservano fra gli altri capolavori la Pala di San Nicolò di Lorenzo Lotto e una Natività di Cima da Conegliano. L’adiacente convento è attualmente sede dell’Istituto statale d’arte. Il ponte che collega il campo dei Carmini con l’opposta fondamenta fu spesso teatro delle ‘guerre dei pugni’ fra Castellani e Nicolotti, che si concludevano di regola con qualche bagno nel rio sottostante; eppure quella che si svolse il 4 settembre 1611 per l’eccessiva animosità tra i contendenti ebbe un bilancio di ben 19 morti, la maggior parte dei quali soffocati tra la folla. Nella fotografia a fianco, lungo il lato destro del rio, si erge in secondo piano la candida mole di Ca’ Zenobio, palazzo costruito verso la fine del XVIII secolo su progetto dell’architetto Antonio Gaspari, da tempo sede del Collegio armeno dei padri mechitaristi di San Lazzaro. (1)

Viene attraversato dai seguenti ponti:

Sulle sue rive si affacciano:

  • Fondamenta Briati
  • Fondamenta Foscarini
  • Fondamenta del Soccorso

(1) https://github.com/mitchellwills/

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.