La farmacia all’insegna del San Paolo poi Daniele Manin, a San Fantin, nel Sestiere di San Marco

0
164
Campo San Fantin, verso la Calle del Frutariol. Sestiere di San Marco

La farmacia all’insegna del San Paolo poi Daniele Manin, a San Fantin, nel Sestiere di San Marco

La spezieria all’insegna del San Paolo (o San Polo) era ubicata, già nel Seicento, in campo San Fantin (o piscina de San Fantin), nel palazzo a fianco della Scuola Grande di Santa Maria di Giustizia e di San Girolamo (ora Ateneo Veneto).

Nel 1846 l’architetto Giambattista Meduna, già autore della ricostruzione del Teatro La Fenice assieme al fratello, dopo l’incendio del 1836, restaurò il palazzo dove si trovava la farmacia, la quale venne nuovamente allestita di un nuovo prezioso aspetto. Un fiammeggiante stile neogotico caratterizzava l’arredo e la decorazione di questi ambienti nei quali gli elementi architettonici degli antichi palazzi veneziani erano ripresi nel disegno dei rivestimenti in noce e nelle decorazioni in legno e terracotta.

Tra le sculture spiccavano, sovrastate da edicole e incastonate entro eleganti nicchie, quattro grandi statue attribuite allo scultore Pietro Zandomeneghi, che rappresentano la Botanica, la Medicina, la Chirurgia e la Fisica attorniate da dodici più piccole figure allegoriche. (1)

I locali dell’ex farmacia sono ora occupati dalla ditta The Merchant of Venice, all’interno dei quali si può ancora vedere la vecchia mobilia.

(1) http://www.themerchantofvenice.com/it/san-fantin/

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin, e da Pedrazzini Carlo. La farmacia storica ed artistica italiana. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.