La farmacia all’insegna della Testa d’Oro, a San Bortolomeo, nel Sestiere di San Marco

0
454
Ponte di Rialto. Sestiere di San Marco

La farmacia all’insegna della Testa d’Oro, a San Bortolomeo, nel Sestiere di San Marco

Era la più rinomata tra le farmacie che producevano la Teriaca, davanti a questa farmacia di vedeva, nei giorni in cui veniva fabbricata, una esposizione, in bei recipienti disposti a piramide, delle erbe, nostrane e esotiche, delle droghe, comuni o rarissime, che occorrevano per la composizione della rinomata specialità. Tale esposizione era di giorno rallegrata dal suono cadenzato dei bronzei mortai entro i quali erano ridotte in polvere le diverse sostanza. Solenne poi il momento in cui si mescolavano tutti gli ingredienti e la Teriaca usciva fuori perfetta.  (1)

La produzione della Teriaca continuò fino al secondo dopo guerra, ma la si confezionava però fra le pareti del laboratorio, essendosi fino al 1842 abbandonata ogni solennità ed ogni controllo da parte dell’autorità governativa e sanitaria. Nei suoi ultimi tempi veniva anche impiegata per la fabbricazione di certi liquori, come per esempio il Fernet Branca. (2)

Una volta, a Venezia, ogni bottega aveva la sua insegna, e i farmacisti avevano l’obbligo di esporla ogni giorno per non incorrere in una multa di 5 ducati. Unica sopravvissuta al suo vecchio posto è quella della spezieria alla Testa d’Oro (ad sigum capitis aurei), una testa formata di rame laminato, dorata e circondata di alloro. Forse con essa si voleva ricordare qualcuno degli antichi iniziatori della medicina araba o greca, e con molta probabilità è quella di Andromaco, come suggerisce la scritta THERIACA D’ANDRAMACO sotto la vicina finestra. (1)

La farmacia alla Testa d’Oro si spostò, in tempi relativamente recenti, in terraferma.

(1) Pedrazzini Carlo. La farmacia storica ed artistica italiana. (Edizioni Vittoria, Milano 1934)

(2) Girolamo Dian. Cenni Storici sulla Farmacia Veneta. Società fra i Compositori Tipografi (Venezia, 1900)

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin e Pedrazzini Carlo. La farmacia storica ed artistica italiana. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.