Il Giardino Mistico dei Padri Carmelitani Scalzi, agli Scalzi

0
2983
Il Giardino Mistico dei Padri Carmelitani Scalzi - Cannaregio

Il Giardino Mistico dei Padri Carmelitani Scalzi, agli Scalzi

Dal 10 maggio 2015 è stato completato il restauro e il ripristino dell’area verde che circonda la chiesa di Santa Maria di Nazareth, meglio conosciuta come chiesa degli Scalzi, uno dei più mirabili esempi dell’architettura barocca veneziana. Il progetto ha permesso la ristrutturazione e l’apertura al pubblico di uno dei più importanti luoghi di Venezia. Uno scrigno verde a salvaguardia della biodiversità della città lagunare dove sono state scelte e recuperate tutte le essenze floreali proprie dell’habitat veneziano.

Il Giardino Mistico dei frati Carmelitani Scalzi, uno dei più antichi vigneti della Serenissima, torna ad essere il luogo prediletto per la coltivazione della melissa. Nell’antico Brolo degli Scalzi è custodito un orto spirituale dove viene coltivata la melissa e il Consorzio Vini Venezia sta riportando in vita uno dei più antichi vigneti della Serenissima.

L’intento del Giardino Mistico è salvaguardare la biodiversità del patrimonio viticolo lagunare creando una banca dati genetica delle varietà di viti presenti da centinaia di anni tra Venezia e laguna. Il progetto del Giardino Mistico è articolato in sette aiuole, dove trova spazio anche la tradizione della coltivazione della melissa. Sette aiuole come le sette dimore del Castello Interiore di Santa Teresa d’Avila, libro scritto dalla studiosa nel 1577, orientato verso una pienezza di vita, di amore e di pace e di comunione con Dio.

La prima aiuola è un prato verde, che richiama la pienezza, la possibilità di conversare, di giocare. La seconda aiuola è l’Orto delle erbe officinali, che rappresentano la purificazione del corpo per raggiungere Dio. Qui è piantata la melissa con cui i frati producono la rinomata Acqua di Melissa. Nella terza aiuola, simbolo della Trinità, c’è l’Orto alimentare, dove vengono coltivati ortaggi e verdure. Un vigneto ricopre la quarta aiuola, dove sono piantati 17 filari (7 + 10 come i sacramenti e i comandamenti). Il frutteto dei gusti perduti della quinta aiuola è un invito alla generosità. L’orto degli ulivi rappresenta l’amicizia ed è il luogo dell’ultima grande tentazione di Gesù e inizio della sua Passione. La settima aiuola simboleggia il bosco, dove sono presenti grandi alberi, paragonabili al caos esterno al Castello, dove si è ancora lontani da Dio ma chiamati ad arrivare alla stanza centrale.

Al centro del Giardino Mistico dei Frati Carmelitani c’è il melograno, l’albero dai tanti significati. Nel Giardino Mistico richiama l’amore sponsale, come descritto nel Cantico dei Cantici e simbolo della Resurrezione di Cristo e dei sacramenti come descritto nel Cantico Spirituale di San Giovanni della Croce, il I° Carmelitano Scalzo. E nel ritornare all’entrata del giardino si compie ciò che Teresa raccomandava proprio nell’epilogo (l’ultima pagina scritta), e cioè di essere liberi di visitare le stanze del castello, di girare e leggere le pagine per rendersi conto della ricchezza e bellezza di questo edificio che è la persona.

L’Ordine dei Carmelitani Scalzi nasce nel 1200 sui pendii del Monte Carmelo in Palestina. Alla metà del XIII secolo, scacciati dall’invasione saracena, giungono in Europa. Nel 1562 Santa Teresa D’Avila fonda il monastero di San Giuseppe, una piccola comunità religiosa di Carmelitane Scalze. Grazie al Santo Giovanni Della Croce la riforma coinvolse anche l’Ordine maschile. Dal 1710 i Padri Carmelitani Scalzi di Venezia distillano, secondo l’antico metodo, l’Acqua di Melissa, prodotto di erboristeria che ha come base una melissa originaria dei Carpazi. Fu un padre Carmelitano a scoprirne le virtù, citate anche da Carlo Goldoni ne “La locandiera”. (1)

(1) https://ocradregioneveneto.it

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.